Legge dello sport, Federazioni
all'attacco: «Crea solo problemi»

Giovedì 10 Settembre 2020
«Non affronta i problemi reali e anzi ne crea altri»: è una bocciatura senza appello quella che la bozza della legge di riforma dello sport del ministro Vincenzo Spadafora incassa in giunta Coni, con un documento condiviso da molte federazioni sportive, tra le quali le big nuoto, calcio, basket, pallavolo e tennis. Il documento è accompagnato da una lettera che ha per primo firmatario il presidente della Federnuoto, Paolo Barelli, nella quale si indica come obiettivo della presa di posizione «Riportare al centro del dibattito esclusivamente gli interessi delle Federazioni e delle associazioni e società sportive, che la “legge delega” approvata ad agosto 2019 (legge 86/2019) coinvolge espressamente». Ultimo aggiornamento: 12:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA