Sensi risponde a Dzeko,
Italia Bosnia finisce 1-1

Venerdì 4 Settembre 2020
L’Italia pareggia in rimonta il 1° match in Nations League proprio come 2 anni fa. Il 7 settembre del 2018 contro la Polonia a Bologna e adesso contro la Bosnia a Firenze. Sempre in casa e con lo stesso risultato (1-1). Il gol lo firma ancora il regista: Jorgino segnò su rigore, Sensi che ha preso il suo posto a Franchi sfruttando la deviazione di Sunjic. Si interrompe la streiscia di 11 successi consecutivi di Mancini che deve prendere atto di quanto gli azzurri, complice l’estate insolita passata in campo, siano ancora in ritardo. Condizione da trovare, dunque, per ripartire nella nuova stagione. La Nazionale, in campo dopo 10 mesi, non è più quella del 9-1 contro l’Armenia a Palermo. Sono passati 291 giorni e alcuni concetti sembrano dimenticati.

EQUIVOCO IMBARAZZANTE
Mancini si ritrova Acerbi titolare al posto di Chiellini, il capitano pronto a rientrare dopo 15 mesi accanto all’amico Bonucci. E’ sorpreso quanto il capitano: sbagliata la distinta di gara. Quando il ct si accorge dell’errore, è tardi. Se si fa il cambio, chi esce diventa indisponibile (intervento possibile solo in caso di infortunio). Quindi tribuna o panchina (senza entrare, però). L’altra novità, questa voluta, è Sensi regista. Ma non ha il ritmo partita e non riesce a essere se stesso, cioè a guidare il pressing e a impostare, con la collaborazione di Lorenzo Pellegrini, sempre disponibile al momento di inserirsi in avanti, e Barella, il più intraprendente. Davanti l’Italia è impotente: male Chiesa che si riprende solo nella ripresa, innocuo Belotti che inquadra lo specchio solo al minuto 32 del 1° tempo e anche sparando a salve e appena decente Insigne che nella ripresa conclude (di testa) sul palo, imitando quanto fatto (di piede) in precedenza da Hodzic.

 
 


SCONTRO DIRETTO
Il vantaggio della Bosnia è firmato da Dzeko: si addormentano Acerbi che lo lascia libero sulla torre di Sunjic e Biraghi che lo tiene in gioco: 59° gol in nazionale per il capitano (della sua nazionale e della Roma) che la Juve e l’Inter vogliono per il nuovo campionato. Sensi pareggia dopo 11 minuti grazie al tocco involontario proprio di Sunjic che spiazza Sehic. Macini cerca il 12° successo, anche perché l’Italia cresce nel dinamismo. Entrano Zaniolo, Immobile e Kean rispettivamente per Chiesa, Belotti e Pellegrini. Ma i cambi in corsa non incidono. E lunedì ad Amsterdam, contro l’Olanda che ha battuto la Polonia (1-0), c’è già in palio il 1° posto nel gruppo 1. L'Italia non va oltre l'1-1 contro la Bosnia-Erzegovina nell'esordio nel gruppo A di Nations League disputato allo stadio Artemio Franchi di Firenze. Ospiti in vantaggio al 12' della ripresa con Dzeko, al 22' il pareggio di Sensi complice la deviazione di un difensore.


LA CRONACA
90' + 5 - Termina il confronto del Franchi, l'Italia non va oltre l'1-1 con la Bosnia nel suo esordio in Nations League.

86' - Kean è l'ultima mossa di Mancini: il giovane attaccante rileva Lorenzo Pellegrini.

62' GOAL DELL'ITALIA Insigne mette un pallone orizzontale e basso in mezzo, sensi tira in scivolata, una deviazione difensiva di Sunjic trae in inganno Sehic 

58' - GOAL DELLA BOSNIA Sugli sviluppi di un calcio d'angolo dalla destra, Sunjic anticipa di testa l'intervento di Barella e serve a centro area Dzeko, che controlla e con freddezza supera Donnarumma. Azzurri in svantaggio al Franchi.

53' - Su ribaltamento di fronte, clamorosa ingenuità della difesa azzurra, che si fa sfuggire sulla sinistra Hodzic, che arriva sulla riga di fondo, salta anche Donnarumma e colpisce un palo clamoroso a porta sguarnita! Brivido per la Nazionale di Mancini.

52' - Tiro di Insigne, che costringe Sehic alla risposta in due tempi.
 
49' - Bell'inserimento in area di Barella, che a gran velocità si propone in area e riceve la palla di ritorno da Insigne, Visca, in ripiegamento difensivo, lo ferma però in corner.
 

 

47' - Un po' di apprensione per Sehic, che deve spedire lontano il pallone con i piedi sul pressing alto degli Azzurri.

SECONDO TEMPO

45' Dopo due minuti di recupero l'arbitro manda tutti negli spogliatoi sul risultato di 0-0

39' Tentativo da fuori area di Acerbi, conclusione rimpallata dalla difesa della Bosnia. Attacco azzurro sterile fino a questo momento, non ci sono varchi nella retroguardia avversaria.

35' Gran tiro di Barella dalla lunga distanza: conclusione velleitaria del giocatore dell'Inter, con la palla che esce alta sopra la traversa di Sehic.


26'  Pericoloso buco difensivo dell'Italia, Dzeko riceve palla in area su calcio di punizione e si ritrova libero, Belotti è comunque bravo a seguirlo e successivamente a subire il fallo dal bosniaco.

21'  Importante recupero in fase di ripiegamento di Barella, che ferma Dzeko. Il centravanti giallorosso, spalle alla porta, provava a far salire i compagni.

18' Punizione a giro di Lorenzo Insigne: la traiettoria è leggermente alta, con la palla che sorvola la traversa bosniaca e si spegne sul fondo.

11' Percussione centrale di Insigne, che arrivato al limite dell'area scarica per Chiesa. Il giocatore della Fiorentina controlla non perfettamente e scarica con forza sull'esterno della rete.

3' Subito Italia intraprendente, con gli Azzurri che tentano di prendere il controllo del gioco fin dai primi minuti, come chiesto dal Ct. Mancini.

1' Inizia la partita allo Stadio Franchi.

LE FORMAZIONI UFFICIALI
Bosnia-Erzegovina 4-3-3: 
Sehic - Cipetic, Sunjic, Sanicanin, Kolasinac - Cimirot, Hadziahmetovic, Gojak - Visca, Dzeko, Hodzic. A disposizione: Begovic, Civic, Bicakcic, Kvrzic, Besic, Duljevic, Koljic, Danilovic, Hajradinovic, Sabanadzovic, Buric, Milosevic.
Italia 4-3-3: Donnarumma - Florenzi, Bonucci, Acerbi, Biraghi - Pellegrini, Sensi, Barella - Chiesa, Belotti, Insigne. A disposizione: Sirigu, Meret, Chiellini, Mancini, Di Lorenzo, Spinazzola, Locatelli, Cristante, Jorginho, Zaniolo, Kean, Immobile.Ultimo aggiornamento: 5 Settembre, 01:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA