Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Jake Daniels fa coming out:
è il primo calciatore inglese a dichiararsi

Martedì 17 Maggio 2022
Jake Daniels fa coming out: è il primo calciatore inglese a dichiararsi

L'attaccante del Blackpool, squadra della seconda divisione del calcio inglese, Jake Daniels è diventato il primo calciatore professionista maschio attivo del Regno Unito a dichiararsi gay. «È stato un anno abbastanza pazzesco. Ho 17 anni. Ho firmato un contratto da professionista. Ho segnato 30 gol in questa stagione e ho appena esordito in prima squadra in campionato, arrivando dalla panchina contro Peterborough. E ora ho deciso di fare coming out. Tutto è successo in una volta ma sembra giusto», ha detto a Sky Sport.

La Federcalcio inglese ha affermato che Daniels è stato «un'ispirazione per tutti noi. Sosteniamo pienamente la tua decisione: il calcio è un gioco per tutti, con la diversità al centro, e questo è estremamente positivo passo mentre ci sforziamo di costruire un gioco inclusivo di cui tutti possiamo essere orgogliosi. Siamo con te e speriamo che la tua storia aiuti a dare alle persone in tutto il gioco la forza e l'incoraggiamento per essere se stesse».

Video

La decisione del giocatore di dichiararsi gay è stata salutata come una “giornata storica” ​​per il calcio inglese, con il capitano dell'Inghilterra Harry Kane tra quelli che hanno reso omaggio a Daniels. L'attaccante del Blackpool ha rilasciato una dichiarazione tramite il suo club lunedì pomeriggio. La mossa di Daniels ha ricevuto elogi diffusi, con giocatori, club e organizzazioni di tutto il paese e oltre che hanno salutato il suo coraggio. Tony Burnett, l'amministratore delegato dell'organizzazione benefica contro la discriminazione del gioco Kick it out: «il coraggio che Jake ha mostrato oggi dimostra che il calcio maschile sta diventando un ambiente in cui le persone Lgbtq+ si sentano benvenute e a proprio agio per essere se stesse», ha detto Burnett.

© RIPRODUZIONE RISERVATA