Juve, assalto ad Arthur:
il mercato di Sarri è già iniziato

Mercoledì 3 Giugno 2020 di Timothy Ormezzano
Decide Sarri. Il tecnico toscano al mercato di gennaio non ha chiesto né ottenuto niente dalla Juventus, se non l’acquisto di Kulusevski poi lasciato in prestito al Parma. In estate, di contro, avrà un ruolo molto importante nella campagna di rafforzamento. Il club bianconero ha infatti intenzione di accontentare le sue richieste. A centrocampo, ad esempio, prosegue l’assalto ad Arthur, elemento giudicato da Sarri ideale per un reparto da migliorare sotto il profilo del fraseggio e della qualità. I “no” del giocatore non hanno scoraggiato Juve e Barcellona. I due club restano infatti convinti della bontà di uno scambio che porterebbe Arthur a Torino e Pjanic e De Sciglio in Catalogna. La trattativa è in stallo, ma entro la fine del mese potrebbe sbloccarsi. Anche perché il tecnico blaugrana Setien sta in qualche modo lavorando per la Signora, relegando il centrocampista brasiliano tra le riserve.Secondo El Mundo Deportivo, il Barça avrebbe offerto alla Juve l’attaccante Dembélé al posto di Arthur, che però resta l’elemento più gradito alla Continassa anche per questioni economiche, visto che guadagna appena 2,5 milioni di euro di ingaggio contro i circa 9 del francese riluttante all'idea di lasciare Barcellona.

Insomma, si tratta a oltranza per Arthur, la cui principale alternativa è Jorginho, ex regista di Sarri prima al Napoli e poi al Chelsea. L’italobrasiliano è valutato intorno ai 40 milioni di euro, più o meno come Pjanic che però preferirebbe Barcellona a Londra. Dal Chelsea potrebbe arrivare a Torino anche Emerson Palmieri, nel caso in cui i bianconeri dovessero cedere Alex Sandro, mentre sono in calo le quotazioni bianconere di altri due elementi dei Blues come Pedro e Giroud. In attacco la prima scelta di Sarri per il dopo-Higuain risponde al nome di Milik, altro giocatore che lui aveva allenato sotto al Vesuvio. Il cartellino del polacco costa circa 40 milioni. Il problema è la concorrenza dell’Arsenal, interlocutore sicuramente più gradito al Napoli rispetto alla Juventus.L’altro nome di moda è quello del messicano Jimenez, attaccante del Wolverhampton rappresentato dall’onnipotente agente Jorge Mendes. E’ il preferito di Paratici, ma questa volta la prima parola sarà di Sarri. Ultimo aggiornamento: 20:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA