Juve-Barcellona 0-2: Dembélé
e Messi, tre gol annullati a Morata

Mercoledì 28 Ottobre 2020

TORINO La apre Dembelé e la chiude Messi, contro una Juve mai in partita e mai in grado di reggere il confronto con il Barcellona, in testa al girone con 6 punti dopo due partite. Pirlo deve fare i conti con assenze pesanti (Alex Sandro, de Ligt, Chiellini e Ronaldo) ma disegna una Juve troppo offensiva, con poco equilibrio e ancora meno punti di riferimenti in campo. E’ la prima sconfitta stagionale per i bianconeri, ma più del risultato preoccupa l’involuzione della squadra dopo l’esordio brillante e vincente contro la Sampdoria. Dopo 14 minuti Dembelé finta su Danilo e approfitta della deviazioni dei Chiesa con un tiro imparabile per l’1-0. Poi il Barcellona si accontenta del possesso e non capitalizza, anche se potrebbe chiudere il primo tempo avanti 3-0. E la Juve? Nei primi 45 minuti un solo brivido, con Kulusevski che intercetta una pellaccia di Pjanic in area, e nulla più. A fine gara zero tiri in porta, mentre gli spagnoli giocano sul velluto, superiori da ogni punto di vista: palleggio, gioco in verticale, velocità di movimento e di pensiero. In affanno Dybala, Rabiot, Kulusevski e Chiesa, Morata è l’ultimo ad arrendersi, ma Makkelie gli annulla addirittura 3 gol per fuorigioco, fanno 5 in due partite, se non è record poco ci manca. Nel finale la Juve ci prova in modo confuso, poi alza bandiera bianca dopo il rosso a Demiral e l’ennesimo ingresso in campo sciagurato di Bernardeschi, che frana su Ansu Fati e provoca il rigore del 2-0, trasformato con freddezza da Messi, chissà la reazione di Ronaldo davanti alla tv…

 

 

 

SEGUI LEGGI LA CRONACA 

 

Ultimo aggiornamento: 29 Ottobre, 07:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA