Keita Balde offre un alloggio
a 90 braccianti senzatetto in Francia

Martedì 2 Giugno 2020 di Giuseppe Mustica
Lo aveva detto Keita Balde. "Farò di tutto per mantenere la mia promessa". E l'ex attaccante della Lazio ci è riuscito, almeno in parte. In queste ore il senegalese è riuscito ad affittare una palazzina a Lèrida, in Spagna, che ospiterà 90 braccianti che al momento dormono per strada. "Mi sono offerto volontario per aiutarli, visto che non avevano proprio nulla e dormivano sui cartoni. Non sono qui per combattere una guerra morale, sociale, di razza o colore. Ho inviato il denaro necessario affinché abbiamo un tetto sotto cui dormire, da mangiare e vestiti puliti". Così ha commentato il calciatore, che ieri aveva denunciato il fatto che per il colore della pelle, nessun hotel della città aveva accettato la sua prenotazione, pagata ovviamente in anticipo, e per un tempo di almeno 4 mesi. Oggi la buona notizia, che va ad aiutare poco meno della metà delle persone che non hanno un tetto sotto il quale dormire. Ma la soluzione, per tutti gli altri, potrebbe arrivare già nelle prossime ore. Uno schiaffo agli "evidenti segni di razzismo", come l'attaccante del Monaco aveva spiegato ieri, che non gli avevano permesso di aiutare quei lavoratori stagionali che dormivano per strada.  Ultimo aggiornamento: 19:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA