Euro2020, la Bosnia respinge
le dimissioni del ct Prosinecki

Mercoledì 11 Settembre 2019
Prosinecki
Retromarcia, anche dello stesso allenatore che a quanto pare ci ha ripensato. Sono state comunque respinte dalla Federcalcio della Bosnia-Erzegovina (BiH) le dimissioni del ct della nazionale, Robert Prosinecki. La Bosnia ha perso 4-2 contro l'Armenia nella sesta giornata del girone di qualificazione a Euro 2020 a Yerevan domenica. Nella conferenza stampa post-partita, Prosinecki ha annunciato le sue dimissioni da capo allenatore. Al suo ritorno a Sarajevo, ha ribadito la sua posizione e benedetto il suo successore. Dopo una riunione però la Federcalcio della Bosnia-Erzegovina ha respinto la richiesta di dimissioni di Prosinecki, sostenendo che appoggiava pienamente il suo lavoro. L'associazione ha sottolineato che fino alla fine delle qualificazioni, Prosinecki è ancora il miglior candidato per allenare la nazionale. Prosinecki ha detto che farà del suo meglio per guidare la squadra a giocare le restanti quattro partite. «Resto, perchè andar via non sarebbe stata la soluzione migliore. Ho cambiato idea grazie alle persone che mi hanno sostenuto.Sarebbe stato facile andarsene e dire che è finita, ma ho deciso di restare e ora spero che possiamo sistemare le cose. Un cambio d’allenatore ora non avrebbe alcun effetto positivo. Inoltre le possibilità di qualificarci per gli Europei sono ancora lì». Ultimo aggiornamento: 13:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA