Benevento, è Lapadula il bomber:
4 milioni al Genoa, contratto triennale

Giovedì 27 Agosto 2020 di Luigi Trusio
Tanto tuonò che piovve. Il Benevento avrà il suo centravanti e proprio quando sembrava che la pista fosse stata congelata (in realtà era una precisa strategia di Foggia per ridurre le pretese del Genoa e metterlo nelle condizioni di accettare la proposta dei giallorossi, visto che con il calciatore c'era da tempo un accordo di massima) ecco l'affondo decisivo: Lapadula, al quale in ogni caso sarà garantito un ingaggio abbastanza alto (ma da quel che trapela non sarà accontentato in toto), oggi firma un triennale con il club sannita, poi farà le visite mediche e non appena possibile raggiungerà i nuovi compagni nel ritiro di Seefeld dove sarà sottoposto a tampone e a tutti gli esami anti-Covid.

L'accordo con i rossoblù, nonostante qualche gioco al rialzo di Faggiano, è stato trovato nella mattinata di ieri sulla base di 4 milioni, una cifra inferiore (e di parecchio) a quella inizialmente richiesta e anche a quella che avrebbe dovuto sborsare il Lecce per il riscatto. I nomi di Llorente (destinato proprio al Genoa) e Pavoletti sono stati fatti circolare ad arte per creare un diversivo e far credere al Genoa che il Benevento fosse su altre piste. E difatti i liguri, dopo un lungo tira e molla, hanno sensibilmente abbassato le pretese e incassato anche, come ipotetica contropartita, un passo indietro del Benevento nella corsa a Llorente. Quanto a Pavoletti, considerato un punto interrogativo per via delle sue condizioni fisiche tutte da valutare dopo il doppio intervento, è stato sempre ritenuto una soluzione alternativa, quasi estrema. Su Balotelli, proposto da Raiola, sono ancora in corso le valutazioni del caso, ma continua a rimanere una suggestione più che una vera opzione: troppe al momento le controindicazioni, più avanti si vedrà.

I prossimi affari vedranno protagonisti Gervinho e Bonaventura. La distanza per l'ivoriano col Parma si è ridotta in maniera sensibile e potrebbe essere il prossimo colpo dei giallorossi, in chiusura per la fine di questa settimana o l'inizio della prossima. Su Bonaventura il Benevento rimane in pole-position e aspetta il sì del giocatore tra domenica e martedì. Pasquale Foggia non ha più intenzione di attendere oltre. Trascorsa quella data, il Benevento rivolgerà il suo interesse altrove. La proposta dei giallorossi di 2 milioni di euro all'anno per due anni (con opzione sul terzo), come più vote ribadito, è decisamente più allettante rispetto a quella del Verona. Il poliedrico centrocampista ex Milan inizialmente era parso titubante e sembrava non volersi allontanare troppo da Milano (anche se è originario di San Severino Marche), ma poi ha cambiato idea e si sarebbe detto propenso ad accettare la proposta dei sanniti. Il tempo che Jack si è preso per decidere però, suona tanto come l'attesa di una proposta da qualche club più prestigioso. Dall'Inghilterra, nel frattempo, rimbalza la voce che il Benevento avrebbe formulato un'offerta per il centrocampista del Liverpool, appena rientrato dal prestito all'Herta Berlino, Marko Grujic. Per il serbo, che è un centrale ma può agire anche da regista o trequartista, Foggia avrebbe ipotizzato un prestito con obbligo di riscatto in caso di salvezza.

Nel frattempo la società ha comunicato che Nicolas Viola, assente agli ultimi allenamenti, è stato sottoposto ieri pomeriggio, ad Innsbruck, ad intervento di meniscectomia selettiva laterale artroscopica del ginocchio sinistro. L'intervento, eseguito presso la clinica Hocrum dal professor Christian Fink alla presenza del medico sociale Stefano Salvatori, è perfettamente riuscito. I tempi necessari per un recupero ottimale sono di circa 2 mesi. La società ha anche comunicato che tutti i tamponi effettuati in questi ultimi giorni hanno dato esito negativo e pertanto è probabile che tutti quei calciatori (almeno altri sei) finora tenuti in isolamento precauzionale, possano tornare in gruppo già da oggi. Dovrebbero essere fatte salve intanto le amichevoli programmate con la Roma a Trigoria fissata per il 5 settembre e quella con la Reggina che si terrà il 12 settembre al «Ciro Vigorito». Ieri in Austria mattinata libera per i giallorossi che hanno ripreso ad allenarsi nel pomeriggio: riscaldamento tecnico a circuito, partitelle da lato a lato e lavoro di potenza aerobica. © RIPRODUZIONE RISERVATA