La Lazio vola anche in Borsa, +12%:
«La parola scudetto non è vergogna»

Lunedì 17 Febbraio 2020
Lazio, balzo in Borsa: +12%. Marchegiani: «La parola scudetto non è vergogna»
Entusiasmo Lazio dopo il successo sull'Inter. I sogni di scudetto, ora, non sono più un tabù. Il club biancoceleste vola in Borsa dopo la vittoria in campionato con l'Inter e conquista il secondo posto della classifica. Il titolo stamane guadagna il 12% a 1,99 euro.

LEGGI ANCHE --> Lazio, la maturità di una squadra che sa di essere la migliore

«Avanti con fiducia. Serata da ricordare, grazie alla nostra gente». È il post pubblicato, sul proprio account ufficiale di Instagram, da Ciro Immobile, protagonista della sfida vinta ieri sera dalla Lazio per 2-1 sull'Inter di Antonio Conte, ex capolista. Il centravanti dei biancocelesti ha avviato la rimonta sui nerazzurri, prima procurandosi il rigore del momentaneo 1-1 e poi trasformandolo. Immobile ieri sera ha toccato quota 26 gol in campionato ed è sempre più capocannoniere della Serie A. Per il giocatore campano sono giorni magici: giovedì 20 febbraio, infatti, festeggerà 30 anni con una megafesta organizzata in un noto teatro romano e alla quale, fra gli altri, parteciperà tutta la Lazio al completo. 

«Dieci vittorie consecutive non sono casuali: rispetto agli anni scorsi, quando aveva lasciato intravedere qualcosa, la squadra di Inzaghi ha dimostrato di saper fare il salto di qualità, battendo le grandi. Non deve essere una vergogna parlare di scudetto. Il club vuole tenere con i piedi per terra l'ambiente, ma è giusto sognare e trovare ulteriore fiducia dall'entusiasmo». Così Luca Marchegiani, ex portiere e oggi commentatore tv, parlando del momento magico della Lazio a Radio Anch'io lo sport, su RadioRai. «La Lazio non è un modello esportabile dappertutto, perché ci sono piazze più esigenti - aggiunge -. La Lazio ha lo stesso percorso comune dell'Atalanta, perché dà ai calciatori la possibilità di crescere, come nel caso di Luis Alberto e Milinkovic-Savic». «Della 'mià Lazio chi sceglierei da mettere in questa? La squadra di Inzaghi è molto fisica e veloce, ha talento, trovare un correttivo non è facile - spiega -. Penso a Nedved, a un centrocampista esterno come lui che garantisca dei gol. Oppure a uno come Nesta. Ma, ripeto: non è facile trovare un correttivo, come conferma il fatto che, nel mercato di gennaio, non ha fatto niente. È una squadra difficile da migliorare».

«Affrontate settimana con la carica con cui il Sergente affronta partita. #BuonLunedì». È il messaggio del giorno dopo la vittoria sull'Inter di Antonio Conte che Sergej Milinkovic-Savic ha postato sul proprio account di Instragram. Il centrocampista dei biancocelesti, che ieri sera ha deciso con un gol la sfida-scudetto dell'Olimpico (2-1), ha pubblicato una foto in cui - vestito da centurione - appare ritratto davanti a un'immagine del Colosseo. Milinkovic-Savic, nel corso dell'attuale stagione, si conferma ammazzagrandi: ha già fatto gol alla Juve e all'Inter. Non può essere una coincidenza.
  Ultimo aggiornamento: 14:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA