Il lungo addio di Lippi:
«Dopo la Cina lascio il calcio»

Venerdì 5 Luglio 2019
«Il calcio italiano non mi manca, non perché sputo sul piatto dove ho mangiato per tanti anni ma perché ho fatto quello che dovevo fare». Così il ct dell'Italia campione del mondo Marcello Lippi, oggi alla guida della nazionale cinese, intervenuto alla 'Belt & Road Initiative - L'Italia e le nuove Vie della Setà, che si è tenuto in Borsa Italiana ed organizzato da Class Editori e da MF-Milano Finanza. «Ho già fatto quello che dovevo fare nel calcio italiano - ha proseguito Lippi nella video intervista - Ho fatto questa bella esperienza nel calcio cinese, la continuerò ancora per qualche tempo e poi finirà la mia carriera di allenatore. Poi vedremo se farà qualcos'altro a livello dirigenziale», aggiunge Lippi che fa sapere comunque dalla Cina di «seguire tantissimo il calcio italiano perché qui, contrariamente a quello che io pensavo, e io pensavo si seguisse di più il campionato inglese, spagnolo, tedesco, invece si segue tantissimo il calcio italiano. Quest'anno ci sono delle squadre che hanno, perché c'è chi non vince da tanto tempo è ha cambiato e chi invece vince da tanto tempo e ha pensato fosse giusto. Vedremo chi avrà ragione». Ultimo aggiornamento: 19:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA