Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Maradona diede la “10” a Hodge:
lo dice proprio Maradona

Sabato 9 Aprile 2022 di Francesco De Luca
Maradona diede la “10” a Hodge: lo dice proprio Maradona

Maradona diede la maglia, quella maglia numero 10 indossata nel secondo tempo di Inghilterra-Argentina al Mondiale dell'86, al centrocampista inglese Hodge, che l'ha messa dopo 35 anni all'asta accettando l'offerta dell'agenzia internazionale Sotheby's (si parte da 4 milioni di sterline, poco meno di 5 milioni di euro). Lo dice lo stesso Maradona. È un passaggio del libro “Così vincemmo la Coppa” scritto con il giornalista Daniel Arcucci, amico e biografo di Diego, in occasione del trentennale della vittoria della Seleccion in Messico.

I dubbi sollevati dalla famiglia di Diego, in particolare dalla figlia Dalma, dovrebbero così dissolversi. Ricordando le emozioni provate alla fine della partita all'Azteca, in cui segnò due gol, Diego scrive a pagina 160: «Camminando verso lo spogliatoio un inglese, credo Hodge, mi chiese di scambiare le maglie. Io gli dissi di sì e la scambiammo». La maglia, quella maglia con cui aveva segnato in quattro minuti la rete della Mano de Dios e il Gol del secolo. Peraltro, le forti perplessità sulle due maglie sono emerse nella famiglia di Diego dopo che Sotheby's, al termine di approfondite verifiche, ha deciso di mettere il cimelio di Hodge all'asta. Perché non prima, magari quando l'ex calciatore inglese scrisse a Claudia di voler incontrare Diego per chiedergli di firmare quella maglia?

A proposito di aste, l'appartamento di Villa Devoto che era stato acquistato da Maradona a Buenos Aires agli inizi degli anni '80 per la sua famiglia sarà demolito. L'asta di dicembre scorso - 900mila dollari il prezzo base per l'immobile - è andata deserta e allora gli eredi di Maradona starebbero accettando la proposta di demolizione. Su quell'area si potrebbero poi costruire appartamenti da destinare ai figli di Diego o un centro commerciale. L'operazione, secondo i media argentini, coinvolgerebbe direttamente un familiare del Pibe che vive a Buenos Aires.

Intanto, altri due omaggi per Maradona. Il primo è stato quello nel carcere di Lomas Zamora, in provincia di Buenos Aires, dove nei giorni scorsi è stata inaugurata un'area sportiva alla presenza dell'ex calciatore Claudio Garcia detto El Turco: il campo di calcio in terra battuta è stato chiamato La Mano de Dios. Il secondo è quello che avverrà prima di Napoli-Fiorentina, quando verranno mostrate ai tifosi le felpe con il marchio di Maradona realizzate dal club di De Laurentiis dopo l'accordo con l'imprenditore napoletano Stefano Ceci.

© RIPRODUZIONE RISERVATA