Milan, scatta ancora l'ora di Rebic:
altra esclusione per Rafael Leao

Domenica 21 Giugno 2020 di Salvatore Riggio
Il calcio dà subito un’altra chance ed è un po’ questa la fortuna di Rebic, che contro la Juventus, nella semifinale di ritorno di Coppa Italia, avrebbe dovuto fare Ibrahimovic (era squalificato per il match contro i bianconeri, ma è comunque infortunato) e invece ha lasciato in 10 i rossoneri dopo soltanto 18’ per un fallo scomposto su Danilo. Per il croato è ora di rimettersi in carreggiata già domani sera contro il Lecce, nella prima trasferta del Milan dopo lo stop a causa dell’emergenza coronavirus. In campionato la missione di Rebic è ancora più importante. Il club di via Aldo Rossi insegue un posto nella prossima Europa League, ma l’obiettivo al momento sta sfuggendo vista la vittoria del Verona nel recupero contro il Cagliari e il sorpasso in classifica proprio sulla squadra di Stefano Pioli. Quindi, ora è il momento per Rebic di mostrare non solo la classe o finalizzare le occasioni da rete che saranno create, ma anche il carattere, la tempra, la sua voglia di essere un leader carismatico di un gruppo che ha perso per infortunio il suo capopopolo, Ibrahimovic. Dopo le scuse ai propri compagni di squadra, il croato ha bisogno di dimostrare il suo senso di appartenenza al Milan. Il suo 2020 in rossonero è iniziato a gonfie vere e il club spera possa proseguire anche nelle prossime partite. Già dalla sfida in casa del Lecce. Per motivi di bilancio (fondamentali) e di prestigio, l’obiettivo Europa League non può fallire. La titolarità di Rebic comporta l’ennesima esclusione di Rafael Leao. Arrivato appena l’estate scorsa dal Lille, il portoghese potrebbe presto finire sul mercato. Nel frattempo, Pioli ritroverà anche Theo Hernandez e Castillejo – anche loro erano squalificati in coppa -, altre due pedine importanti di questo Milan. Ultimo aggiornamento: 13:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA