Milik-Juventus, c'è la chiave
​E Sarri insiste anche per Jorginho

Sabato 4 Luglio 2020 di Eleonora Trotta
Arkadiusz Milik non cambia priorità. Il desiderio dell'attaccante polacco resta quello di trasferirsi a Torino dove ritroverebbe Maurizio Sarri, che da mesi spinge per il suo arrivo. Il presidente De Laurentiis, da parte sua, è disposto a cederlo anche alla rivale Juventus, a patto che si raggiunga la cifra di 40 milioni di euro. Nessuno ha fretta in questa fase, ma dalla prossima settimana l'affare potrebbe entrare nel vivo. L'idea del CFO Paratici è quella di riproporre il solito pacchetto con Bernardeschi o l'ex terzino della Roma, Luca Pellegrini. Il primo, in campo dal 1' contro il Torino, è sicuramente gradito a Giuntoli è al tecnico Gattuso: viene considerato l'esterno ideale per 4-3-3 dell'allenatore calabrese. L'alternativa rimane Cengiz Under della Roma. Dopo la fumata grigia di giovedì, domani ci sarà un nuovo confronto tra le parti. La distanza non è ampia, anche se gli azzurri considerano troppo elevata la richiesta di 30-35 milioni di euro. 

PUPILLO
Tornando a Milik, la Juventus dovrà stare attenta alla concorrenza dell'Atletico Madrid e del Tottenham. Gli spagnoli hanno pareggiato l'offerta dei bianconeri, da 5 milioni di euro a stagione, proprio in occasione della videoconferenza della scorsa settimana. Con la società inglese, invece, gioca un calciatore da tempo stimato dalla società azzurra: il brasiliano Lucas Moura. 
A proposito di Premier, Sarri continua ad insistere anche per Jorginho. Il centrocampista classe '91 ha già dato l'ok e, proprio con in tasca il suo sì, il CFO Paratici spera di ottenere anche uno sconto dal Chelsea. Tra le possibili contropartite Rabiot e Douglas Costa.
  Ultimo aggiornamento: 21:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA