Napoli femminile-Brescia 4-2, le azzurre ritrovano sorriso e vittoria

Lombarde sconfitte 4-2 a Cercola

Napoli femminile
Napoli femminile
di Diego Scarpitti
Domenica 20 Novembre 2022, 22:05
3 Minuti di Lettura

Promessa mantenuta e previsione rispettata. Alla vigilia di Napoli femminile-Brescia il terzino sinistro Aurora De Sanctis aveva così affermato: «Vogliamo riscattare la sconfitta patita in Romagna e dimostrare che si è trattato solo di un incidente di percorso». Il campo ha dato ragione alle azzurre, che hanno battuto le lombarde 4-2 a Cercola. Riparte il cammino di capitan Paola Di Marino e compagne, che mettono pressione alla Lazio capolista.

Se Lucia Strisciuglio riprende la sana tradizione del selfie post partita, vuol dire che le ragazze allenate dal transalpino Dimitri Lipoff hanno arpionato l’intera posta in palio. Alle spalle ormai il ricordo di Cesena. Giulia Ferrandi (14’) e la spagnola Sara Tui (17’) nel primo tempo, la portoghese Adriana Gomes (67’) e Claudia Mauri (86’) nella ripresa consentono alle partenopee di superare una compagine di assoluto livello, che ha provato ad interferire con i piani del Napoli. Doppietta per Luana Merli, che trasforma il rigore al 10’ e poi insacca al 70’, accorciando le distanze.

 

Si accomoda in panchina Serena Landa, ai box le infortunate Melissa Toomey e la croata Antonia Dulcic. Fronte d’attacco affidato a Romina Pinna, spalla di Gomes, con Sara Tamborini più arretrata. Si rivede l'ex di turno Jenny Hjohlman

Passano in vantaggio le leonesse. Dubbio il penalty concesso dall’arbitro Simone Gavini di Aprilia. Dagli undici metri non sbaglia Merli. Dopo quattro minuti non tarda la reazione del Napoli. Il sinistro preciso di Ferrandi scavalca Sara Ferrari (1-1). Sale in cattedra Tui, che raddoppia dalla distanza, dopo aver offerto l’assist per il pareggio (2-1). Sabrina Tasselli difende il vantaggio azzurro.

Nella ripresa l’attaccante lusitana fa le prove generali. Di testa il numero 7 sfrutta a dovere la punizione di Mauri e piazza il suo quinto gol stagionale (3-1). Prova a tenere in scia la formazione lombarda una scatenata Luana Merli, che di destro fissa il 3-2. Brividi finali per l’intervento di Martina Di Bari, poi ci pensa Mauri su punizione a chiudere la contesa. Il Napoli femminile ritrova il sorriso e i tre punti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA