L'Italia non si inginocchierà
per il Black Lives Matter

Venerdì 25 Giugno 2021
Italia-Austria, gli azzurri non si inginocchieranno per il Black Lives Matter

Contro il Galles si inginocchiarono solo Toloi, Pessina, Emerson, Bernardeschi e Belotti. Contro l'Austria non lo farà nessuno. La Nazionale ha deciso che prima del fischio di inizio della partita in programma domani a Wembley, valida per gli ottavi di finale di Euro 2020, nessun calciatore parteciperà al gesto simbolico in favore del movimento anti-razzista Black Lives Matter. La decisione arriva dopo un confronto interno, in cui i ragazzi di Roberto Mancini hanno deciso di tenere un comportamento uniforme. Sarà Leonardo Bonucci, oggi in conferenza stampa, a spiegare la decisione presa dal gruppo azzurro.

L'Italia: «Noi azzurri uniti contro il razzismo, anche chi non si inginocchia»

Italia-Austria, ultimo allenamento prima di Wembley

Ultimo allenamento a Coverciano per la Nazionale prima della partenza questo pomeriggio per Londra. Mancini ha radunato la squadra per la rifinitura che - su decisione della Uefa - Azzurri e Austria non hanno potuto svolgere a Wembley, come da iniziale programma, per tutelare il manto erboso dell'impianto. In gruppo c'è Chiellini, entrato in campo prima degli altri per fare un po' di stretching prima di aggregarsi. Ancora assente Florenzi per l'infortunio muscolare che lo sta bloccando da giorni. La formazione anti-Austria sembra ormai decisa, con Di Lorenzo al posto di Florenzi e Acerbi per Chiellini non ancora pronto. In attacco si va verso la conferma del tridente Berardi-Immobile-Insigne, mentre il grande rebus riguarda chi giocherà tra Verratti e Locatelli nel mezzo con Jorginho e Barella.

 

 

Video

 

Ultimo aggiornamento: 21:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA