Premier League, a Liverpool festa
tra fuochi d'artificio e polemiche

Venerdì 26 Giugno 2020

Notte di festa a Liverpool dopo la vittoria del campionato. Da 30 anni i Reds non conquistavano la Premier e i tifosi sono scesi in piazza a migliaia, fra i fuochi d'artificio, con canti balli e soprattutto senza nessuna cautela dai rischi di contagio da coronavirus. Già alla vigilia c'erano fondati timori che l'eventuale vittoria del titolo avrebbe potuto innescare comportamenti non appropriati, e così in effetti è stato. La polizia invano ha cercato di chiudere le strade di accesso allo stadio di Anfield, dove con razzi e fuochi d'artificio in perfetto stile napoletano i tifosi hanno festeggiato la vittoria della squadra di Jurgen Klopp. Migliaia di fan, come riferisce l'edizione online della Bbc, hanno festeggiato per tutta la notte. I tifosi hanno ballato, fatto esplodere razzi e sventolato bandiere mentre cantavano il nome dei giocatori del Liverpool tra cui Salah e il capitano Henderson. Molti fan sono stati visti abbracciarsi e un uomo è rimasto in piedi con un braccio attorno a un ritaglio di cartone del manager Jurgen Klopp. Il vice capo della polizia Rob Carden ha affermato che «un gran numero di persone ha scelto di radunarsi fuori dallo stadio» e ha elogiato la «stragrande maggioranza dei fan» che hanno «riconosciuto ora non è il momento di riunirsi per festeggiare, e ha scelto di contrassegnare l'evento in modo sicuro».

 

Ultimo aggiornamento: 12:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA