Qatar 2022. Cipro batte la Slovenia,
Belgio da record. Serbia batte De Biasi

Martedì 30 Marzo 2021 di Vanni Zagnoli
Qatar 2022. Cipro batte la Slovenia, Belgio da record. Serbia batte De Biasi

Dragan Stojkovic è stato un talento unico, da trequartista, dava spettacolo al Radnicki Nis e alla Stella Rossa, all’Olimpique Marsiglia al netto degli infortuni, e anche in Giappone. A Verona si limitò a un gol e a colpi di classe, nel ’91-’92. Ha allenato solo in Asia, prova a qualificare per i mondiali una Serbia talentuosa ma qualificata appena una volta su 6 agli Europei e 4 su 7 ai mondiali. Sono gli eredi della Jugoslavia che arrivò alla finale bis dell’Olimpico, a Euro 1960, contro l’Italia, di una nazionale per due volte semifinalista mondiale e per altre due volte fra le migliori 4 d’Europa. In generale, gli slavi sono sempre stati talentuosi ma disattenti o magari penalizzati dai nervi.

Dunque, stasera hanno faticato in l’Azerbaigian, contro Gianni De Biasi, re dell’equilibrio di squadra, della tattica, 1-2, doppietta di Mitrovic, con secondo assist del laziale Milinkovic-Savic.

La sorpresa di serata arriva da Cipro, cade la Slovenia di Ilicic per 1-0, contro una nazionale che nel 1983 fermò l’Italia campione del mondo sull’1-1. Stupisce la goleada del Belgio sulla Bielorussia, 87^ del ranking Fifa: a livello under 21, nel 2010 battè l’Italia per 3-0, la eliminò dagli Europei, escludendola dalle olimpiadi di Londra 2012. L’8-0 arriva nonostante il turnover, Lukaku resta in panchina. Lo 0-7 fra Gibilterra e Spagna è normale, considerato che la nazionale dello stretto è al 195^ al mondo.

Nel Portogallo, Cristiano Ronaldo non segnava da 4 partite, va a bersaglio in Lussemburgo, realizza il secondo gol della rimonta, da 1-0 a 1-3: nel primo tempo si fa male Joao Felix, entra l’ex laziale Pedro Neto.

Malta è stata eroica in Croazia, per un’ora, poi ha perso 3-0. Schick penalizza la Repubblica Ceca, si fa espellere per una manata a inizio ripresa, il Galles passa a 9’ dal termine. Il Montenegro impegna la Norvegia, che non va oltre 0-1. Impresa della Lettonia, 3-3 in Turchia, da 2-0 e 3-1. Uno a zero della Slovacchia sulla Russia.

Domani gli ultimi 15 match di queste due settimane con 3 gare internazionali per nazione, a causa della pandemia.

 

Ultimo aggiornamento: 31 Marzo, 00:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA