Roma, Fonseca: «Mai perso un derby, è solo una partita che vale tre punti»

Giovedì 14 Gennaio 2021 di Gianluca Lengua
Roma, Fonseca: «Mai perso un derby, è solo una partita che vale tre punti»

È un profilo basso quello di Paulo Fonseca alla vigilia del derby, match che da quando siede sulla panchina della Roma non ha mai vinto: «Ma non lo ho nemmeno mai perso», puntualizza il tecnico. Il portoghese cerca di caricare la partita di troppi significati: «Sono solo tre punti che ci giochiamo e che vogliamo avere vincendo». Nessuna indicazione sulla formazione se non che Pedro tornerà tra i convocati. Ecco la conferenza stampa integrale. 

Il progetto a medio-lungo termine. «Ho visto la conferenza stampa di Tiago, ha parlato di questo ma ha parlato anche di ambizione. L’ambizione è importante averla in tutti i momenti. Stiamo lavorando tutti insieme per essere una squadra ambiziosa che vuole vincere sempre. L’importante è questo, avere ambizione per vincere tutte le partite». 

Il derby. «Lo scopriremo domani se giocherà la stessa squadra dell’Inter. Non l’ho mai vinto, ma non ho neanche perso. È una partita importante per tutti noi, sono solo tre punti che ci giochiamo e che vogliamo avere vincendo». 

Il processo di crescita mentale. «Non è un problema fisico quello della squadra. L’ultima partita ha dimostrato che abbiamo finito gli ultimi 30 minuti con intensità vicino all’area dell’Inter, se avessimo avuto un problema fisico non sarebbe stato possibile avere questa reazione forte. Non è facile avere 90 minuti con grande intensità, stiamo lavorando per essere più equilibrati durante i 90 minuiti. Abbiamo avuto 15 minuti meno buoni, ho fatto vedere ai giocatori cosa fare per avere più equilibrio». 

Il gruppo in grado di vincere. «L’ambizione deve essere sempre presente. Dobbiamo giocare ogni partita con l’ambizione di vincere. Noi vogliamo vincere sempre pensando partita dopo partita». 

La formazione. «La scopriremo domani». 

Cristante su Milinkovic e Veretout su Luis Alberto. «È una domanda per sapere che giocherà domani. In quelle partita giocavamo 4-2-3-1, loro hanno anche altri giocatori forti anche in attacco. Abbiamo lavorato pensando al collettivo e alle individualità forti della Lazio». 

Il derby senza pubblico. «Non è mai un vantaggio giocare una partita senza pubblico. Giocare senza pubblico è la cosa peggiore che accade in questo momento. Tutti noi abbiamo molta voglia di tornare a ad avere il pubblico allo stadio». 

Problemi tattici o di testa. «A volte in alcune partite sono problemi tattici, in altre possono essere di testa perché la squadra non ha reagito bene al momento di sconforto. Stiamo lavorando per essere più equilibrati in tutti i 90 minuti». 

I dubbi sulla formazione. «Non ne ho nessuno». 

Come affrontare alla Lazio. «È una caratteristica del calcio italiano, le squadre più grandi sono forti nell’uscita veloce per il contropiede. È una cosa che prepariamo sempre, questa settimana non è stato differente. La Lazio è forte quando recupera la palla».

Pedro. «Sta bene, sarà convocato». 

La caratteristica che non deve mancare nel derby. «L’aggressività». 

Video

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 15:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA