Roma, Fonseca fa spallucce:
«Critiche normali se non si vince»

Sabato 17 Aprile 2021 di Gianluca Lengua
Roma, Fonseca: «Normali le critiche quando non si vince. Con il Torino torneremo una squadra offensiva»

Paulo Fonseca si è già messo alle spalle la partita contro l’Ajax di Europa League e si prepara ad affrontare il Torino in campionato. Il tecnico giallorosso sottolinea la solidità difensiva avuta con gli olandesi e chiede alla squadra la stessa prestazione: «Vorrei la stessa concentrazione, determinazione e aggressività difensiva viste in Europa League. Le critiche? Quando si vince ci sono più persone dalla mia parte, quando non vinciamo ci sono più persone contro». La conferenza stampa del tecnico alla vigilia della gara con il Torino.

Roma, Tiago Pinto va oltre la coppa: Muriel è l'alternativa a Belotti

Cosa manca alla Roma. «In ogni partita abbiamo una strategia. Quasi tutta la stagione è stato detto che la Roma gioca meglio difensivamente. In queste due partite contro l’Ajax abbiamo preparato una strategia diversa, più nella seconda gara. Noi abbiamo la nostra identità, non è questo che caratterizza la nostra squadra. Quando abbiamo bisogno di fare una strategia diversa lo facciamo».

Più consensi dei tifosi. «Non lavoro per convincere le persone, ma lavoro per la Roma. Quando si vince ci sono più persone dalla mia parte, quando non vinciamo ci sono più persone contro. Non è solo con Fonseca, ma con tutti gli allenatori. Per me l’importante è fare il bene della Roma».

Europa League, Fonseca:

Smalling. «Lo stiamo valutando tutti i giorni, ha cominciato a lavorare sul campo e quando avrà fiducia per tornare lo farà. Sta molto meglio». 

Roma competitiva. «È una stagione particolare, posso fare esempi di tante squadre che vanno avanti in Europa e hanno problemi in campionato. Il Villarreal ha perso con l’Osasuna, il Bayern ha pareggiato, l’Arsenal è decimo. Le squadre che giocano ogni tre giorni hanno meno calciatori disponibili, il Bayern ha giocato con sei giocatori in meno e questo influenza il risultato. È una situazione che hanno tutte le squadre che vanno avanti in Europa».

Dzeko ha perso la fascia, non il vizio e nelle coppe è da trenta (gol) e lode

La solidità difensiva. «È stata una strategia pr affrontare l’Ajax, non cambiamo la nostra identità. Già domani vorremmo essere una squadra offensiva che ha iniziativa e magari con più concentrazione possiamo fare meglio in campionato». 

Il settimo posto. «Io non penso al futuro, ma alla prossima partita. La partita con l’Ajax è finita e dobbiamo tornare al campionato, la nostra ambizione è vincere contro il Torino e dovremo fare una buona partita».

Pastore titolare. «Vedrete domani».

Pagelle Roma-Ajax, Calafiori un guizzo, Dzeko non stecca

Il quarto posto. «È importante vincere le nostre partite. Non si può pensare ad altro se non vinciamo».

Reclutamento dei giocatori. «È importante avere una rosa compatta. Qui quasi tutti i calciatori hanno giocato, ma sono d’accordo sull’avere una rosa corta».

Roma, la fotogallery del primo allenamento di Dzeko dopo lo scontro con Fonseca

Turnover. «Sono due competizioni diverse e penso al campionato. Farò le migliori scelte per domani. Sarà importante capire che la partita con l’Ajax è finita, abbiamo i nostri obiettivi in campionato e voglio una squadra concentrata».

Cosa vedere in campo. «Vorrei la stessa concentrazione, determinazione e aggressività difensiva viste in Europa League. Come abbiamo fatto bene con l’Ajax, possiamo migliorare anche in campionato». 

 

Ultimo aggiornamento: 20:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA