Roma, Zaniolo torna protagonista ma i tifosi hanno paura: «Adesso Pallotta lo venderà»

Domenica 12 Luglio 2020 di Gianluca Lengua
La paura del tifoso della Roma è lecita se si analizzano gli ultimi 8 anni di gestione Pallotta in cui i calciatori più promettenti o quelli più preziosi (che possono garantire alte plusvalenze) sono sempre stati venduti. Un atteggiamento, quello del presidente americano, che ha instillato nei tifosi la paura di veder partire i simboli della squadra per far fronte ai problemi di bilancio. È quindi giustificabile se, dopo una serata perfetta in cui Zaniolo torna in grande stile e segna il suo primo gol dopo l’infortunio, il primo sentimento non è di gioia, ma è dirottato verso la Juventus. Sì, perché i bianconeri da ormai un anno hanno messo gli occhi sul talento della Roma e sarebbero disposti a pagare cifre folli pur di portarlo a Torino. Una possibilità concreta visti i problemi economici della Roma (bilancio in rosso di 126 milioni) e l’enorme plusvalenza che la Roma andrebbe a totalizzare visto che Nicolò oggi a bilancio è quasi a zero. «Lui ama la Roma e non sarà di certo colpa sua se Pallotta lo venderà», «Mi piacerebbe fosse il capitano dei prossimi 15 anni, ma con questa presidenza non accadrà mai», «Appena ha segnato ho capito che nel giro di un anno non indosserà più la nostra maglia», sono solo alcuni delle centinaia di tweet e post facilmente rintracciabili sui social. Segnale che la proprietà Usa con il trading sfrenato dei calciatori per garantire la sopravvivenza del club, ha cancellato dai tifosi anche la felicità di avere nella propria squadra un talento dalle prospettive certe, perché la paura di vederlo vestire un’altra maglia è più forte della gioia stessa.  Ultimo aggiornamento: 19:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA