Roma, Zaniolo: «Il gol con il Brescia è una spinta per il futuro. I tifosi ci mancano»

Lunedì 13 Luglio 2020 di Gianluca Lengua
Nicolò Zaniolo è tornato al gol contro il Brescia dopo il lungo infortunio al ginocchio che lo ha costretto a una riabilitazione di 6 mesi. Il gioiello giallorossi ha confessato di non essere ancora al 100%, ma i segnali che ha lanciato al Rigamonti sono più che incoraggianti: «Contava prima di tutto tornare in campo, ma il gol era senza dubbio ai primi posti, perché ti dà una grossa spinta per affrontare le prossime partite, ti dà fiducia, ti dà morale e soprattutto è servito alla squadra per vincere la partita di sabato. Sono contentissimo», le sue parole al portale del club. Zaniolo racconta gli istanti prima del terzo gol che ha chiuso definitivamente la partita: «Ho visto Diego che avanzava, so che è molto bravo a dare la palla in profondità. Ho attaccato la linea e mi ha servito. Un attimo prima di tirare ho pensato “ora ci provo” ed è andata bene. Sono molto felice di essere riuscito a segnare». Mercoledì all’Olimpico arriverà il Verona, squadra da battere per continuare la striscia positiva: «Troveranno la Roma delle ultime due partite. Dopo un blackout abbiamo ripreso una striscia positiva e ora con il Verona servirà lo stesso atteggiamento della sfida contro il Parma o contro il Brescia. Se giochiamo in quel modo possiamo vincere, senza dubbio». In chiusura un messaggio al tifosi: «Vorrei ringraziarli uno per uno per il sostegno. In molti mi hanno scritto “ci manchi”, ma ora sono loro a mancare a noi, perché in questo periodo non è semplice giocare senza la spinta del nostro pubblico. Dobbiamo pensare anche ai nostri tifosi che guardano le partite da casa e cercare di chiudere la stagione nel modo migliore possibile». 

  Ultimo aggiornamento: 16:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA