Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Serie A al via oggi, le partite: il Milan ospita l'Udinese, l'Inter va a Lecce. Il programma della prima giornata

Roma e Lazio scendono in campo domenica, rispettivamente contro Salernitana all'Arechi e Bologna all'Olimpico

Venerdì 12 Agosto 2022
Serie A al via domani, le partite: il Milan ospita l'Udinese, l'Inter va a Lecce. Il programma della prima giornata

L'attesa è finita, ricomincia la Serie AIl Milan - già in ottima forma - è pronto a difendere lo Scudetto conquistato a maggio ospitando l'Udinese nell'avvio di oggi, con un De Ketelaere in più nel motore. Il campionato, che festeggia spalti gremiti e il primo arbitro donna, torna a cavallo di Ferragosto, in una stagione spezzata in due dal mondiale in Qatar che gli azzurri vedranno mestamente in televisione. Ma c'è moderata fiducia in questa stagione che si annuncia spettacolare ed equilibrata. I rossoneri provano a rintuzzare la voglia di rivincita di un'Inter un po' appannata nonostante il ritorno di Lukaku, e di una Juventus deludente, priva dell'infortunato Pogba e che ha appena reclutato Kostic. Alle spalle sgomma una Roma di muscoli e talento che Mourinho sta plasmando da par suo, mentre il Napoli sta completando con difficoltà ma con logica un organico profondamente rinnovato.

La Serie A espone il cartello "lavori in corso" e si presenta al via col mercato ancora in ebollizione. Sperano nell'Europa anche una Lazio giudiziosa, che deve assestare la difesa, e una Fiorentina che inserisce Jovic e rinnova il contratto di Milenkovic. Un passo indietro, sulla carta, sta l'Atalanta che ha inserito Ederson e Lookman, ma sta vendendo molto. Ma sono queste le otto grandi che si giocheranno le chance europee e non c'è nessuno scontro diretto nella prima giornata.

Vista la difformità degli ostacoli trovati nelle amichevoli, la tempistica diversa degli inserimenti di mercato, è arduo fidarsi dei riscontri avuti finora, senza i tre punti in palio (a parte la Coppa Italia che ha visto già uscire cinque squadre: Salernitana, Lecce e Empoli sono andate male, Sassuolo e Verona malissimo).

 

Serie A, le partite di domani

Il Milan apre i giochi domani senza Tonali e col dubbio Giroud. Per Pioli e il suo team vincente ci vorrà la massima concentrazione. Partiranno dall'inizio i campioni in carica, de Katelaere e Origi subentreranno a partita in corso. L'Udinese, senza Molina e con Udogie ormai in prestito, proverà a guastare la festa dei 70mila del Meazza col goleador Deulofeu, corteggiato e scaricato dal Napoli.

L'Inter di Inzaghi, che riabbraccia la coppia Lukaku-Lautaro e ha Brozovic in dubbio, prova a resettare un precampionato modesto in casa del neo promosso Lecce rimaneggiato in difesa. Nubi minacciose incombono sulla stagione dell'Atalanta con la conferma del doping di Palomino, il mercato in chiaroscuro dopo il colpo Ederson, e le insofferenze di Gasperini, privato pure del suo fido Freuler. Buon per i bergamaschi che esordiscono contro una Samp in parziale smobilitazione, in attesa del cambio di proprietà. Ma la classe di Sabiri e Djuricic, l'esperienza di Caputo e Quagliarella potrebbero creare la sorpresa.

Più equilibrato il terzo incontro di domani: l'ambizioso Monza, in attesa di un'altra manciata di acquisti, schiera la difesa nuova, Sensi e Caprari nel debutto contro il Torino che sta colmando in ritardo le carenze di organico lamentate da Juric.

 

Il programma del prima giornata

Domenica tocca a Fiorentina, Lazio e Roma tradurre in punti il favore del pronostico. I viola aspettano l'esordio di Jovic per regolare la Cremonese di Alvini, che ha un organico rinnovato e spera nei gol di Okereke. Più strutturata, la Lazio di Sarri cerca di oliare i meccanismi, difettosi finora in difesa. Il tecnico utilizzerà con parsimonia i nuovi contro il Bologna di Arnautovic, che ha venduto molto e deve completare l'organico. Tanta attesa per la Roma di Mourinho, dei maestri del centrocampo provenienti dalla Premier e dei quattro talenti in attacco che il tecnico cerca di equilibrare insieme. Riflettori in particolare su Dybala e Zaniolo contro la Salernitana molto attiva sul mercato e che affida i tre reparti a Fazio, ex avvelenato, a Coulibaly e a Bonazzoli. Se si ultimeranno le trattative Nicola potrà contare anche su Candreva e Maggiore.

A completare il programma ci penseranno Juve e Napoli che affronteranno due mine vaganti come Sassuolo e Verona, protagoniste l'anno scorso ma impelagate in problemi di mercato e reduci dalla bruciante eliminazione in Coppa Italia. I bianconeri presentano Di Maria e Kostic, ma hanno convinto poco in difesa e in attacco mettendo in difficoltà Allegri. Il Sassuolo ha ceduto Scamacca e sta per salutare Raspadori, ha preso Pinamonti e ha Ederson infortunato. Cantiere aperto anche il Napoli che, dopo tanti addii, aspetta un portiere, Raspadori e anche i due veronesi Barak e Simeone. Cioffi si lamenta col club che gli ha smobilitato mezza squadra e potrebbe salutare pure Ilic. Stranezze del mercato che lascerà in ambasce i tecnici fino al primo settembre mentre lunedì Verona e Napoli manderanno un pensiero misto di affetto e malinconia a Claudio Garella, indimenticabile portiere di uno scudetto con entrambe le squadre.

Ultimo aggiornamento: 13 Agosto, 11:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA