Serra, chi è l'arbitro di Milan-Spezia?
E perché il Var non è intervenuto

Continuano le polemiche per l'erroraccio del direttore di gara, che he deciso il match di San Siro

Martedì 18 Gennaio 2022 di Salvatore Riggio
Serra, chi è l'arbitro di Milan-Spezia? E perché il Var non è intervenuto sul gol di Messias

L’errore, l’ammissione, le scuse. È stata una serataccia per Marco Serra quella di ieri, lunedì 17 gennaio, a San Siro nel match Milan-Spezia. Il fischio per fallo su Rebic senza concedere il vantaggio ai rossoneri, che hanno poi segnato con Messias il 2-1 al 92’, rischia di compromettere la corsa scudetto. Le polemiche difficilmente si placheranno subito. Serra sarà fermato. Fino alla tarda serata di ieri si parlava di due turni, approfittando poi della sosta del weekend 29/30 gennaio per le Nazionali. Ma chi è il fischietto che ha sconquassato la corsa del Diavolo?

De Santis: «Serra è un arbitro bravo, non fermatelo per un errore»

Milan-Spezia, il Codacons chiede la ripetizione della partita

 

Serra, chi è l'arbitro di Milan-Spezia

Ha 39 anni, è nato a Torino il 9 settembre 1982, diventato arbitro su consiglio di uno zio, dopo aver smarrito la passione di giocare a calcio. O almeno di provare a rendere quella del calciatore la sua professione. È partito da lontano, ha fatto gavetta. Fa parte della nuova generazione dei direttore di gara italiani. Apprezzato per il suo carattere, ha iniziato dalla Terza Categoria piemontese. Match che ha anche arbitrato il 26 settembre 2021 per iniziativa di Alfredo Trentalange che ha voluto portare i diretto di gara – quelli Can A e B liberi nel weekend – sui campi di periferia. Ha diretto Cus Torino-Resistenza Granata, girone A. Molti tifosi gli chiesero qualche selfie, segnale che si fece apprezzare. Non è accaduto così contro in Milan-Spezia. Arbitrava per la quarta volta in carriera i rossoneri, che con lui avevano un ottimo score, tre vittorie su tre: Milan-Cagliari 3-0 (1 agosto 2020), ancora un Milan-Spezia 3-0 (4 ottobre 2020) e Milan-Cagliari 4-1 (29 agosto 2021). Nella vita Serra fa l’impiegato in un’azienda nell’ambito finanziario e ieri ha avuto il coraggio di chiedere scusa. Un gesto che non capita spesso. Rappresenta l’eccezionalità di quanto accaduto.

Perché il Var non è intervenuto?

Al termine della partita tanti tifosi si sono chiesti, ma è possibile ripetere la gara dopo l’ammissione dell’errore da parte dell’arbitro? No. I motivi? L’errore è stato non dare il vantaggio cosa che rientra nei poteri discrezionali dell’arbitro. In pratica Serra lo avrebbe dovuto dare, ma poteva anche non darlo. E il Var? Non poteva intervenire sulla vicenda perché non rientra nella casistica stabilita dal protocollo. 

 

Ultimo aggiornamento: 18:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA