Stefano Pioli lascia San Siro dopo Milan-Fiorentina: grave lutto in famiglia

Il club si è stretto attorno al suo allenatore, che è partito per Parma

Stefano Pioli lascia San Siro dopo Milan-Fiorentina: grave lutto in famigllia
Stefano Pioli lascia San Siro dopo Milan-Fiorentina: grave lutto in famigllia
Lunedì 14 Novembre 2022, 09:09 - Ultimo agg. 13:53
3 Minuti di Lettura

Stefano Pioli ha lasciato di corsa lo stadio di San Siro sopo la vittoria del Milan sulla Fiorentina senza sottoporsi alla consueta conferenza stampa post partita. Il Motivo? L'allenatore ha avuto un lutto familiare. Il club si è stretto attorno al suo allenatore, che è partito per Parma. «Il Milan stringe commosso tutta la famiglia del nostro Mister in un abbraccio forte e intenso per la perdita del caro cognato Luca»: è il messaggio di cordoglio del club rossonero, in un post di Twitter.

Al suo posto Maldini

Così per commentare l’ultima partita  si presenta Paolo Maldini. «Non vincere avrebbe cambiato la sosta. Abbiamo ottenuto questo successo con sacrificio senza un gioco armonioso, ma avevamo voglia di vincere e ce l’abbiamo fatta» dichiara il dirigente rossonero. «Per noi il pareggio sarebbe stato una mezza sconfitta».

 
 

Il responsabile dell’area tecnica del Diavolo fa il bilancio: «Abbiamo due punti in meno dell’anno scorso, la differenza è il rendimento del Napoli che sta facendo cose incredibili. Noi più o meno siamo in linea con quello che abbiamo fatto l’anno scorso. A Cremona siamo stati brutti e abbiamo interpretato male la gara, ma per il resto non si può dire nulla. Siamo agli ottavi di Champions, dobbiamo recuperare alcuni giocatori. Abbiamo una consapevolezza diversa che deve essere accompagnata dall’entusiasmo che ci ha portato a vincere l’anno scorso».

Maldini difende i nuovi acquisti, in particolare De Ketelaere, nemmeno subentrato. “Sta soffrendo, è un ambiente diverso con pressioni diverse. Ha più nozioni rispetto a prima. A Charles abbiamo fatto un contratto di cinque anni non di cinque mesi, lo aspettiamo, così come aspettiamo Origi. Hanno tutto per essere determinanti. Abbiamo avuto tanti esempi di giocatori che ci hanno messo un po’ a capire cosa vuole giocare nel Milan”. Il Milan saluta l’anno con l’impegno di inseguire lo scudetto fino all’ultimo. “Certo che ci crediamo. L’anno scorso quando abbiamo giocato il derby di ritorno eravamo a -7 e poi abbiamo vinto. Sappiamo che non è facile tenere questo ritmo fino alla fine, noi ovviamente dobbiamo cr.

© RIPRODUZIONE RISERVATA