Suarez, i legali della Juventus in procura a Perugia: «Verità ricostruita e alterata»

Venerdì 25 Settembre 2020
Suarez, i legali della Juventus in procura a Perugia: «Verità ricostruita e alterata»
Alle 9.09 gli avvocati Luigi Chiappero e Maria Turco, dello studio Chiusano-Chiappero di Torino che segue da sempre le vicende legali della Juventus, hanno fatto il loro ingresso negli uffici della procura perugina in via Fiorenzo Di Lorenzo per essere ascoltati come persone informate sui fatti in relazione all'indagine sull'esame-farsa sostenuto da Luis Suarez lo scorso 17 settembre all'università per Stranieri di Perugia.


 

Suarez, la prof: "Passo io il compito". Un video racconta l'esame farsa

PERUGIA "Sarà che è un Pistolero, ma certo che quest'esame è stato una schioppettata". La saggezza popolare in corso Vannucci fotografa l'esame più controverso della recente storia universitaria, le immagini invece raccontano la "farsa" per dirla con il procuratore capo Raffaele Cantone e i due sostituti Paolo Abbritti e Gianpaolo Mocetti.



Federico Cherubini prima, Fabio Paratici poi. Lo staff della Juve era sceso in campo in prima persona per assicurarsi che Luis Suarez superasse il test e conseguisse l'attestato di lingua italiana, in modo da potere ottenere la cittadinanza. Nessuno è indagato ma l'esame di Suarez coinvolge sempre più il club torinese Per questo oggi il procuratore di Perugia Raffaele Cantone ha convocato in procura, come testi, Luigi Chiappero, avvocato dei bianconeri, e Maria Turco, legale dello stesso studio, che ha seguito l'iter del test di Suarez e che, dopo l'esame farsa ha detto entusiasta ai vertici dell'Università: «In futuro ci saranno altri giocatori». Una frase che ha fatto scattare, oltre al falso e alla rivelazione del segreto d'ufficio, anche la corruzione per il rettore dell'Università per stranieri di Perugia, Giuliana Greco Bolli, e per il dg Simone Olivieri. Agli atti ci sarebbe anche un video dal quale emergerebbe con chiarezza che l'esame del centravanti fosse falsificato, con domande preconfezionate e trasmesse giorni prima.
 

Legali Juve: Verità ricostruita e alterata


«Si è dimostrato, questa volta come in tante altre occasioni, che la verità spesso viene alterata, ritagliata, ricostruita e restituita in un racconto che magari serve più al lettore ma che non è la verità». È quanto ha detto l'avvocato della Juve Luigi Chiappero dopo la testimonianza davanti ai pm di Perugia. Una lunghissima audizione per l'avvocato e la collega Maria Turco, durata quasi otto ore. «Sono grato ai pm di averci chiamato subito - ha ribadito il legale - perché aspettavamo anche un pò con ansia l'occasione per poter riferire tutto quello che dovevamo in merito ai fatti». 

«Abbiamo ribadito la trasparenza del nostro operato professionale e contribuito in maniera positiva alla ricostruzione dei fatti in un incontri positivo e costruttivo», ribadisce l'avvocato. La Juve è estranea ai fatti? «Ovviamente» ha risposto Chiappero ringraziando poi i magistrati per averli convocati in tempi molto brevi e consentito loro di fornire la propria versione dei fatti. 
Video
Ultimo aggiornamento: 17:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA