Roma-Shakhtar, Pinto avverte:
«Grande sfida, sarà una finale»

Venerdì 26 Febbraio 2021
Roma, Pinto: «Con lo Shakhtar sarà una finale». Srna: «Noi avremo i tifosi allo stadio»

Non una sfida facile quella per la Roma di Fonseca, che ritrova il suo passato e sfiderà lo Shakhtar Donetsk negli ottavi di finale di Europa League. Del sorteggio ha parlato Tiago Pinto, general manager del club giallorosso: «Il sorteggio è andato così, sarà un turno difficile perché lo Shakhtar è una squadra molto esperta nelle competizioni europee», ha detto il portoghese. «Anche in questa stagione hanno battuto il Real Madrid due volte e penso che questo dimostri quanto sono forti. Hanno un ottimo allenatore portoghese come Luis Castro e un'ottima squadra. E di sicuro sarà una sfida divertente per Paulo Fonseca perché ha avuto una storia importante con lo Shakhtar. Quindi sarà una grande occasione per lui».

Poi ha aggiunto: «In Europa League, come nelle competizioni nazionali, vogliamo migliorare le nostre prestazioni e vogliamo ottenere i migliori risultati possibili. Vogliamo provare a raggiungere le fasi finali. Penso che le partite contro il Braga abbiano dimostrato che stiamo giocando meglio e che stiamo migliorando il nostro livello e abbiamo meritato di andare al turno successivo e di continuare ad avere buoni risultati in questa competizione».

Roma, si ferma Dzeko: lesione all'adduttore. Stop di 20 giorni

Sulle possibilità della Roma in Europa League. «Penso che più che pensare alla finale, dobbiamo pensare partita per partita. Sappiamo che avremo due grandi battaglie, due grandi finali contro lo Shakhtar, e la nostra mentalità deve essere che ogni partita è una finale e dobbiamo lottare fino in fondo per qualificarci, senza preoccuparci della finale di Danzica».

Fonseca: «Il destino mi mette contro le mie ex»

«Il destino ha voluto che sfidassi le mie ex squadre - ha detto Paulo Fonseca dopo il sorteggio - sarà un turno difficile perché conosco bene lo Shakhtar e i giocatori. Sono una grande squadra: quest'anno hanno vinto due volte col Real Madrid, hanno pareggiato con l'Inter... È una casa dove sono stato sempre felice, sono anni che non dimenticherò mai. Sarà bello rivedere le persone lì, ma ora sono avversari forti. È sempre difficile giocare a Kiev, dovremo giocare al 100% entrambe le partite ma l'andata all'Olimpico sarà molto importante».

Srna: «Roma concentrata sul campionato, noi avremo i nostri tifosi»

Del sorteggio ha parlato anche Srna, protagonista anni fa di uno scontro con De Rossi che costò a Daniele una lunga squalifica per una gomitata e ora nella dirigenza dello Shakhtar: «La mia prima sensazione è stata: "Ok, non è andata così bene" - ma va bene, questo è il calcio», ha detto alla UEFA. «Stiamo giocando contro il nostro vecchio allenatore, uno dei miei grandi amici, e ovviamente sarà una partita difficile per noi, e anche per lui credo. Abbiamo dimostrato la nostra qualità nelle ultime 20 partite europee. Vogliamo continuare i recenti risultati ottenuti contro le squadre italiane. La Roma è molto concentrata sul raggiungimento della Champions League e ha un calendario difficile prima di affrontarci. Non abbiamo questo tipo di partite, in più la Roma giocherà anche in uno stadio vuoto e - se la situazione rimane la stessa a Kiev - giocheremo con i tifosi accanto a noi. Sarà una partita difficile, una bella partita, e penso che le probabilità per entrambi saranno 50-50».

 

Del sorteggio ha parlato anche il tecnico Luis Castro: «Con Fonseca siamo amici, abbiamo lavorato insieme al Porto. È un grande allenatore, ma la sfida non sarà tra me e lui ma tra Roma e Shakhtar. E noi abbiamo grandi speranze di passare il turno. Lui conosce il carattere di alcuni nostri giocatori, vedremo se sarà un vantaggio. Ma ormai si analizzano talmente tanto le partite che non serve aver lavorato in un club per conoscerlo a fondo»

Ultimo aggiornamento: 18:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA