Toro senza pietà con Zaza e Ansaldi,
Fiorentina sconfitta e Montella a rischio

Domenica 8 Dicembre 2019 di Albero Mauro
Quarta sconfitta consecutiva per una Fiorentina sempre più in crisi e con Montella a rischio, mentre il Toro si dimostra più forte delle assenze e vola a -1 dal Napoli settimo in classifica. La vittoria al Grande Torino rilancia le ambizioni europee dei granata, capaci di trasformare i fischi del pre partita in applausi. Mazzarri riparte da Zaza, vista l’assenza di Belotti, mentre Montella si affida a un Chiesa distratto dal mercato e dalle questioni societarie. Dopo 12 minuti il Toro perde anche De Silvestri per infortunio, sembra l’antipasto di un pomeriggio storto, e invece al minuto 22 Zaza si prende la rivincita con un colpo di testa vincente su cross perfetto di Ansaldi, tra i migliori in campo. La Fiorentina vacilla, la reazione tarda ad arrivare. A inizio ripresa ci prova Vlahovic, su corner di Pulgar, ma non azzecca la mira. Poi al 10’ Benassi sfiora il gol dell’ex con una conclusione dopo una respinta in area. Il Toro si abbassa e la Viola alza il ritmo, Chiesa spaventa il Grande Torino ma Sirigu è una sicurezza, e nel momento migliore della Fiorentina Ansaldi trova il corridoio vincente con un sinistro preciso dal limite per il 2-0. Sembra una partita chiusa ma la Viola non molla e prima Sottil, poi Pedro rischiano di riaprirla, ci riesce Caceres, che nel finale si trasforma in attaccante aggiunto, con il 2-1 nel recupero, ma il Toro regge botta e conquista tre punti fondamentali per l’Europa. Ultimo aggiornamento: 23:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA