L'estate movimentata di Verratti:
«Lasciando il Psg avrei guadagnato di più»

Sabato 21 Ottobre 2017

«Non mi aspettavo di trascorrere un'estate così. Io non ho mai detto che volevo lasciare il PSG». Marco Verratti, in un'intervista a L'Equipe, racconta la decisione di arrivare a rompere con il suo ormai ex procuratore, Donato Di Campli, per passare alla corte di Mino Raiola. «La gente pensa che sia rimasto al Paris Saint Germain per i soldi, ma avrei potuto guadagnarli anche in altri posti - afferma il centrocampista azzurro - Se la scorsa estate avessi lasciato Parigi ne avrei presi anche di più, c'erano club che offrivano quasi 100 milioni per me. Neymar potrebbe vincere di più nel Manchester City o nel Chelsea, ma ha scelto il Psg per il progetto. Come me». «Raiola lo conoscevo perché era l'agente di Ibrahimovic - spiega tra l'altro Verratti - La sola cosa che gli ho detto era che non volevo finire più sui giornali. Ha esperienza e buoni rapporti con i club. E mi è stato consigliato da Zlatan. Ogni volta che ho dato ascolto a lui, in campo e fuori, mi sono trovato bene».

Ultimo aggiornamento: 12:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA