Il Napoli cade a Ravenna
e cede il primato al San Marino

Domenica 12 Gennaio 2020 di Diego Scarpitti
Napoli Femminile
Sosta a Ravenna. Non per ammirare la tomba di Dante Alighieri presso la basilica di San Francesco. In Emilia Romagna il Napoli femminile capitola (1-0), rimedia il primo ko stagionale e del 2020, cede il primato al San Marino Academy di Alain Conte, che allunga in vetta, staccando di due lunghezze capitan Emanuela Schioppo e compagne.

Ferme al palo. Decima giornata amara per le tartarughine, che non trovano la via del gol. Due legni, uno per tempo, impediscono alle azzurre di esultare. Urlo strozzato in gola. Nella prima frazione la regista Alessandra Nencioni, nella ripresa l’attaccante greca Despoina Chatzinikolaou colpisce il montante sempre sul punteggio di zero a zero. «Anima trista come pal commessa», avrebbe detto il sommo  poeta nella Divina Commedia. Non felice l’esordio della tedesca Vivien Beil.

Minuto ’88. A due giri di lancette dal termine le emiliane graffiano con Cimatti, confermando la miglior difesa della cadetteria. Sorprese, punite e sfortunate le napoletane.

Analisi e soluzione. «Abbiamo creato tanto senza finalizzare in modo adeguato. Ci è mancata la necessaria cattiveria, per fare risultato pieno ed evitare la beffa finale», spiega contrariato il tecnico Giuseppe Marino. «Pensavamo di poterla vincere, tanto che nella ripresa con il 4-2-3-1 abbiamo sfiorato ripetutamente il gol del vantaggio ma la fortuna non ci ha assistito». In debito con la sorte. Dea bendata e distratta.

Voltare pagina e cambio di passo. «Ora dobbiamo metterci in fretta questo episodio alle spalle, togliendoci però quel pizzico di presunzione, che ci ha accompagnato di recente», conclude mister Marino. San Marino 23, Napoli femminile 21, Lazio 19. Entra nel vivo la lotta promozione. Domenica 19 gennaio (ore 14.30) a Casamarciano occasione di pronto riscatto con il Vittorio Veneto. Ultimo aggiornamento: 19:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA