Coronavirus, rinviata la Vesuvio Cup:
«Ritrovarsi sarà ancora più bello»

Sabato 4 Aprile 2020 di Raffaella Ascione
Il persistere dell’emergenza coronavirus e la conseguente proroga delle misure restrittive adottate dal Governo non hanno lasciato spazio a soluzioni diverse: rinviata la seconda edizione della Vesuvio Cup. La kermesse internazionale di calcio giovanile – dedicata alle categorie primi calci, Pulcini, Esordienti e Giovanissimi – avrebbe dovuto tenersi allo stadio Liguori di Torre del Greco dal 30 maggio al 2 giugno prossimi. Lo scorso novembre si era tenuta – proprio al comunale di viale Ungheria – la conferenza di presentazione dell’evento, che avrà come testimonial l’ex Napoli Gennaro Iezzo.

La manifestazione, pensata e fortemente voluta dall'Asd Turris Calcio e dall’azienda Colma, con la regia dell'event-manager corallino Massimo Prete, «puntava a ripetere e superare – si apprende da una nota diramata dall’organizzazione – i numeri e i consensi dell'edizione 2019».

LEGGI ANCHE Basket stop? Perdichizzi amaro: «La mia Scafati pronta per i playoff»

Prima che scattasse l’emergenza coronavirus, tanti erano stati i contatti avviati e coltivati anche con società estere «ma, arrivati a questo punto, si sarebbe dovuto richiedere uno sforzo impensabile ai club giovanili e alle famiglie dei giovani calciatori, che avrebbero dovuto confermare proprio nel corso delle prossime settimane la propria iscrizione, pur collocandosi il torneo in una fascia temporale in cui, si spera, potremo comunque essere usciti da questo incubo».
L’appuntamento, ad ogni modo, è soltanto rinviato. Lo conferma l’event-manager corallino Massimo Prete. «Ora come ora contano la salute e il rispetto delle regole. Contiamo di recuperare il torneo entro la fine del 2020. Di una cosa sono certo, intanto: dopo che ci saremo lasciati alle spalle questo periodo, ritrovarsi allo stadio insieme a tanti ragazzini, giocare, gioire e, sì, finalmente riabbracciarci sarà ancora più bello». Ultimo aggiornamento: 15:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA