FF Napoli, Basile e Fortino in coro:
«Conta vincere con il Polistena»

Venerdì 8 Gennaio 2021 di Diego Scarpitti
FF Napoli

Esame di maturità. Prova intrigante per capitan Fernando Perugino e compagni, chiamati a difendere il primato dagli assalti dei calabresi. Futsal Polistena-FF Napoli è l’atteso big match dell’11esima giornata al Palasport «Caduti sul Lavoro». Due lunghezze soltanto dividono i contendenti: bianconeri secondi a 22 punti, biancazzurri in testa al girone D, a quota 24.

«Dobbiamo fare bottino pieno, per allungare il distacco», ordina il tecnico Piero Basile. In serie A2 primo appuntamento del 2021 sul parquet. Trasferta in Calabria per i napoletani. «Il Polistena merita di essere nelle zone alte del raggruppamento. Ha una rosa di grande livello. Sarà una bella partita», assicura il mister di Martina Franca.

«Chi sbaglierà meno e sarà più concentrato, porterà a casa il risultato». Fischio di inizio alle ore 17, sempre a porte chiuse. «Dieci giorni fa avevamo nove punti di vantaggio ma i calabresi dovevano recuperare tre gare. E’ un campionato equilibrato, senza tralasciare Melilli, Bernalda e Cosenza che possono rientrare in corsa».

Avversari da non sottovalutare. «Squadra forte, fisica ed esperta con Maluko, Juninho, Dentini, Creaco Martini ma non cambierei mai i miei giocatori con i loro», ammette alla vigilia Basile, ben consapevole dello stato di forma del gruppo. «Siamo tranquilli. Se vinciamo, possiamo dare una spallata al campionato».

Predica calma e pazienza ma poi risponde a suon di gol. Guida la classifica marcatori il pivot Rodoldo Fortino, autore già di 11 realizzazioni in 8 incontri. «Gara delicata. Non dobbiamo mai rinunciare al nostro gioco e continuare a fare quanto di solito prepariamo durante la settimana».

Dimostra sempre di avere le idee chiare il numero 20. «Sappiamo colpire al momento giusto. Avversari imbattuti come noi. Si preannuncia una sfida difficile. Non guardiamo la classifica». In coppia con Luis Felipe Naibo Turmena fuochi d’artificio e scintille assicurate. «Conta prima vincere e poi le reti di scarto». Pratico Robocop. «Più vinciamo, più avviciniamo il nostro obiettivo», sentenzia il classe 1983. Scontro verità.

Ultimo aggiornamento: 21:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA