FF Napoli, la gioia incontenibile
degli azzurri e i complimenti della città

Martedì 23 Marzo 2021 di Diego Scarpitti
FF Napoli

Alessandra Nencioni, Diego Armando Maradona junior, Daniele Decibel Bellini. FF Napoli inondato di auguri e complimenti per la promozione conquistata in serie A. La città e il mondo sportivo all’ombra del Vesuvio si stringono intorno al club del presidente Serafino Perugino. Il Napoli femminile tende la mano agli azzurri del parquet, il figlio d’arte dell’eterno Pibe de Oro ha già chiesto la maglia dello storico trionfo, e l’inconfondibile voce che annuncia i gol di Lorenzo Insigne e soci subito si è unita al coro delle congratulazioni.

«Bravi tutti, promozione meritata», ammette Rodolfo Fortino, incontrastato goleador con i suoi 29 sigilli. «Ci vediamo in serie A», saluta il talentuoso sloveno Nejc Hozjan. Canta Napoli a squarciagola. «Grandissima gioia, momento indescrivibile. Abbiamo lavorato e sofferto: non ci sono parole», osserva Vitor Renoldi. Viso rigato dalle lacrime e voce segnata dalla felicità per Luca De Simone. «Sono tre anni che sogniamo questo ambito traguardo, è un’emozione immensa». Sorride ed esulta il vice allenatore Nicola Ferri. «Siamo riusciti a coronare il nostro sogno».

 

Capitan Fernando Perugino abbraccia tutti. «Percorso lungo e avvincente. Finalmente abbiamo dominato il campionato ma non è finita qui. Si tratta di una soddisfazione enorme, faccio i complimenti a tutti ed in particolare a mio padre, che ha voluto più di tutti questa vittoria e l’ha dimostrato». Piange e non nasconde i suoi sentimenti il bomber Luis Turmena. «E’ incredibile. Sono a Napoli da tre anni e ho abbracciato questo progetto in serie B. E’ uno dei giorni più belli della mia vita. Desidero ringraziare società, presidente, tifosi e tutti i componenti del gruppo. Festeggiamenti meritati».

Marcio Ganho esterna la sua contentezza. «Anch’io sono qui dalla cadetteria e da allora ambivamo a questo obiettivo. Vamos». «Successo bellissimo. Siamo arrivati strada facendo, accolti magnificamente», argomentano Tiziano Chilelli e Vincenzo Milucci. Aggiunge un altro tassello al suo nutrito palmares Adriano Foglia e tiene fede alla promessa. «Trionfo importantissimo. Avevo detto che mi mancava vincere il campionato di A2 e adesso posso terminare la mia carriera». Naturalmente scherza e non si ritira. «Dalla qualificazione a Euro 2022 con l’Italfutsal alla promozione raggiunta con il Napoli: è un anno fantastico», confessa Attilio Arillo. «Raggiunto un sogno con questi splendidi amici», conclude Vincenzo Amirante, anticipando le considerazioni di Andrea De Gennaro e Carlo Capiretti.

Stagione da incorniciare anche per il fisioterapista Fabio Di Mitri, il magazziniere Vincenzo Di Mauro e il dirigente accompagnatore Vincenzo Polverino. Straordinario il lavoro compiuto dai preparatori Claudio De Michele e Mirko Esposito. «Un orgoglio in A con la maglia del Napoli», sintetizza il direttore generale Pasquale Scolavino (nelle foto di Francesco Sollo). «Non ci sono parole: hanno prevalso l’anima e il cuore. Vittoria di gruppo», evidenzia il team manager Lino Somma. «Promozione meritata» per Cipriano Illiano, preparatore dei portieri. «E’ un sogno che si realizza grazie alla caparbietà di mio fratello Serafino, alla capacità organizzativa dello staff, ai giocatori», illustra il suo pensiero Massimo Perugino, vicepresidente FF Napoli.

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA