Fusioni, cambi di sede e denominazione:
deroga Figc, il termine slitta al 26 luglio

Martedì 18 Maggio 2021 di Giuliano Pisciotta
Fusioni, cambi di sede e denominazione: deroga Figc, il termine slitta al 26 luglio

Il Consiglio Federale, alla luce delle difficoltà economiche dovute alla pandemia, ha deciso di concedere un'ulteriore deroga alle norme - 17, 18 e 20 delle Noif - che riguardano il calcio dilettantistico. La Federcalcio ha infatti deciso per lo slittamento al 26 luglio 2021 dei termini per trasferimenti di sede, cambi di denominazione, fusioni o scissioni tra società dilettantistiche e di settore giovanile e scolastico.

Il trasferimento di sede sarà consentito alle seguenti condizioni:

  • la società deve essere affiliata alla F.I.G.C. da almeno una stagione sportiva;
  • la società deve trasferirsi in Comune confinante o non confinante entro un raggio di 20 chilometri, anche in provincia confinante, all’interno della stessa Regione;
  • non si applica il vincolo del mancato trasferimento di sede nelle due stagioni sportive precedenti.

Le società oggetto di fusione, la società oggetto di scissione ovvero la società conferente devono essere affiliate alla F.I.G.C. da almeno una stagione sportiva e non si applica per tali operazioni il vincolo delle mancate effettuazioni di fusioni, di scissioni o di conferimenti di azienda nelle due stagioni sportive precedenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA