Futsal Fuorigrotta, Imparato è carico:
«Continua la scalata alla vetta»

Sabato 25 Gennaio 2020 di Diego Scarpitti
Mario Imparato
Rimaneggiati negli ultimi tempi, con qualche infortunio di troppo. Stringe i denti il Futsal Fuorigrotta, mostrandosi granitico e rispondendo alle grande sul parquet. Con caparbietà e abilità capitan Fernando Perugino e compagni hanno strappato la qualificazione in Coppa Italia contro una squadra esperta come il Rutigliano. Tante energie profuse mercoledì ai supplementari (6-3) dai ragazzi di Fabio Oliva, che hanno scongiurato i calci di rigore.

Alla ricerca dell’ottava meraviglia consecutiva. Al PalaCercola (ore 16) arriva l’Active Network. «Giocare nel Fuorigrotta è semplice e stimolante», dichiara convinto Mario Imparato, classe 1992. «Occorre capire che siamo parte di un valido team e che ognuno di noi ha un ruolo ben preciso da svolgere al meglio, per cercare di raggiungere l’obiettivo finale».

Secondo posto blindato. «Complimenti alla capolista Real San Giuseppe ma non cambiamo idea. Sogniamo la serie A1: se non la dovessimo raggiungere vincendo il campionato, ci proveremo certamente ai playoff».

Regular season di grande spessore per il Fuorigrotta. Imparato riconosce l’onore delle armi ai cugini campani, ma non rinuncia alla battaglia. «Stiamo vivendo la stessa situazione dello scorso anno, questa volta a parti invertite. Sappiamo bene cosa significa stare davanti e avere il fiato sul collo, prima o poi una partita storta capita», prevede il centrale difensivo biancazzurro.

Concentrazione a mille. «Pensiamo a fare il nostro: alla fine festeggeremo o batteremo le mani ai nostri rivali», sostiene Imparato. 16esima giornata tra le mura amiche. «Active una compagine ben allenata e piena di giocatori forti. Mi aspetto una partita giocata a viso aperto, colpo su colpo. Noi non possiamo più sbagliare: faremo di tutto per portare a casa i tre punti», conclude fiducioso Imparato.

No limits e zero alternative per il club del presidente Serafino Perugino. Continua la scalata al girone B. © RIPRODUZIONE RISERVATA