Scontri a Nocera, Gioventù Partenope:
«Noi insultati e aggrediti»

Scontri a Nocera, Gioventù Partenope: «Noi insultati e aggrediti»
Mercoledì 8 Dicembre 2021, 13:36
3 Minuti di Lettura

La Gioventù Partenope, dopo gli incidenti accaduti a Nocera Superiore al termine della partita con la Raffaele Sergio Academy valida per il campionato under 17 girone D, ha emesso un comunicato: «È nostro dovere, per tutelare il buon nome della nostra Scuola Calcio, per rispetto dei genitori che hanno assistito sia alla gara che allo scempio finale, per rispetto dei nostri ragazzi e principalmente per tutelare il buon nome del territorio di Scampia e dei suoi abitanti, far sentire la nostra voce. Alla fine della gara con l’arbitro che fischiava la fine dopo l’esultanza per la vittoria degli ospiti, un giovane appartenente alla Academy proveniente dagli spalti e passando attraverso un cancello incautamente lasciato aperto e incustodito piombava in campo ed aggrediva con calci alcuni calciatori che rispondevano per le rime e proseguivano lo scontro nel campo dove un ragazzo della Gioventù Partenope veniva colpito con uno schiaffo da un signore che era nei pressi dello spogliatoio. A questo punto quindi da aggressore diventa aggredito scatenando l’impossibile.

Sollecitati dai genitori i ragazzi e gli stessi genitori della Gioventù Partenope dopo aver subito per tutta la gara in campo e sugli spalti angherie, offese, continue provocazioni con frasi vergognose tipo “Scampia uguale Camorra”, “Gomorra” e con frasi denigratorie riferite alla provenienza geografica intesa come discriminazione territoriale , impauriti, infreddoliti scappavano in divisa di gioco,ed alcuni lasciando sul posto abbigliamento ed altro per raggiungere in tutta fretta le proprie auto. Una domanda ce la poniamo: perché sempre nel Salernitano e sempre contro Scampia, dal femminile ai giovanissimi agli Allievi?».

Al termine della gara, un calciatore della Raffaele Sergio Academy è stato trasportato in ospedale e ha ricevuto una prognosi di venti giorni, come ha sottolineato la società sul proprio profilo Facebook. «L’ambulanza è stata chiamata dal papà di nostro calciatore - ha sottolineato nella nota la Gioventù Partenope - Auguriamo al giovane una pronta guarigione e lo aspettiamo a Scampia per il Santo Natale per poterci scambiare gli auguri e un caloroso saluto. Aspettiamo con serenità il referto della gara e le decisioni del giudice sportivo da cui già si potrebbe avere una parte di verità con la speranza che ll direttore di gara abbia visto ed annotato tutto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA