«Miss Scudetto» al Napoli femminile:
l'argentina Blanco dal futsal al calcio a 11

Domenica 1 Agosto 2021 di Diego Scarpitti
Gimena Maria Blanco

Argentina a Napoli. E fin qui il pensiero corre immediatamente alla sfida in calendario tra l’Italia di Roberto Mancini, campione d’Europa, e l’Albiceleste, vincitrice della Coppa America, in quello che fu lo stadio San Paolo, attuale Diego Armando Maradona. In realtà il club presieduto da Lello Carlino ha ufficializzato l’arrivo di Gimena Maria Blanco all’ombra del Vesuvio, un nome non certo nuovo alle cronache sportive. E’ stata definita non a caso «Miss Scudetto», perché si è resa ripetutamente protagonista sul parquet, mettendo in bacheca diversi tricolori con squadre differenti. Con l’Isef Napoli la prima coccarda per la giocatrice di Mendoza, una macchina da gol e un talento riconosciuto da tutti. Classe 1987, cresciuta nel River Plate, ha partecipato alle Olimpiadi di Pechino 2008. Dal futsal al calcio, dal quintetto alla formazione ad 11 sul rettangolo verde. Con Las Pumas si è aggiudicata anche la Copa de Oro. Artefice, inoltre, di una doppietta in finale contro il Gimnasia y Esgrima La Plata. Sbarcata a Napoli, si è subito aggregata alle azzurre in ritiro a Rivisondoli.

«Progetto societario importante, ci avviamo al professionismo», spiega fiducioso Francesco Tripodi, amministratore delegato del Napoli femminile. «Siamo fieri di rappresentare Napoli in un campionato importante come la serie A e siamo pronti a confrontarci nuovamente con tante realtà prestigiose», prosegue. «La nostra è una società organizzata in maniera efficiente. Esperienza formativa lo scorso anno, quando ci siamo laureati (più che salvati)», sottolinea Tripodi. «Combatteremo con le grandi, insieme al Pomigliano: siamo felici sia arrivata un’altra Cenerentola nel nostro mondo, vicina di casa. Ci fa piacere che ci sarà il derby, megafono comunicativo per il nostro sport. Siamo le due uniche realtà a non avere il settore maschile. Ci impegneremo con tutte le nostre forze per essere all’altezza», conclude.

Prima amichevole stagionale con la Roma: sarà un banco di prova per testare le ragazze allenate da mister Alessandro Pistolesi. Il ritiro in Abruzzo si concluderà venerdì 13 agosto. Capitan Paola Di Marino e compagne giocheranno le gare interne non più a Barra, allo stadio Caduti di Brema, ma presso il Centro Sportivo Cercola, grazie alla disponibilità del sindaco Vincenzo Fiengo.

Di seguito la rosa del Napoli femminile per la stagione 2021-2022.

Portieri: Yolanda Aguirre (1998), Kelly Chiavaro (1996)
Difensori: Sejde Abrahamsson (1998), Emily Garnier (1996), Paola Di Marino (1994), Marie Aurelle Awona (1993), Heden Corrado (2002), Martina Toniolo (2001), Ilaria Capitanelli (2000)
Centrocampisti: Eleonora Goldoni (1996), Emma Severini (2003), Sofia Colombo (2001), Sara Gonzalez Rodriguez (1989), Francesca Imprezzabile (2001), Benedetta De Biase (2001)
Attaccanti: Kaia Erzen (1994), Arianna Acuti (1996), Deppy Chatzinikolaou (1999), Evdokija Popadinova (1996), Maddalena Porcarelli (2000). Aggregate al gruppo le giovani Carminia Botta (centrocampista), Denise Ferrara (attaccante), Aurora Penna (attaccante) e Francesca Zavarese (difensore).

© RIPRODUZIONE RISERVATA