Napoli femminile, arrivano
le dimissioni di Lello Carlino

Domenica 15 Maggio 2022 di Diego Scarpitti
Kaja Erzen

Dalle stelle alla polvere. Dalla felicità per il gol della slovena Lana Golob, all’incredulità della connazionale Kaja Erzen, che guarda le ragazze del Pomigliano esultare allo stadio Giuseppe Piccolo di Cercola. Tutto nel volgere di nove minuti. E il corso degli eventi cambia totalmente direzione. Tanto da spedire le azzurre in serie B. Mani sui fianchi per la bionda giocatrice numero 11 e sullo sfondo la corsa delle pantere, che restano con pieno merito agganciate alla serie A.   

Sul fronte societario si annunciano importanti novità. «Domani rassegnerò le dimissioni dalla carica di presidente del Napoli femminile», dichiara Lello Carlino, che spiega le ragioni della scelta. «Una decisione ponderata e che non è frutto della amara retrocessione di ieri», tiene subito a precisare. «Come da pattuizione tra i soci del Napoli femminile, infatti, il presidente viene eletto ogni due anni dal Consiglio di Amministrazione, che rappresenta l’assemblea dei soci. Di conseguenza, avrei ugualmente rassegnato le dimissioni anche in caso di salvezza, come del resto avevo anticipato nei giorni scorsi agli stessi soci». 

Lacrime inevitabili e sconforto evidente: capitan Paola Di Marino e compagne salutano la massima serie. Delusione e rammarico ben visibili: non è bastata la risalita in classifica. «Certo, mi sento responsabile di questa retrocessione e delle scelte che l’hanno determinata. Così come sono stato elogiato per la doppia promozione dalla C alla A, allo stesso tempo è giusto che io mi prenda la responsabilità di questo risultato deludente», ribadisce a chiare lettere Carlino.

 

Immutata passione azzurra. «Il Napoli femminile è una mia creatura cui resterò legato sempre e non smetterò di esserne socio e sponsor». Quella di Carlino una dichiarazione d’amore e al contempo di irrinunciabile appartenenza. Legame profondo che non può essere reciso dal verdetto del campo. «Ringrazio chi ha creduto in questo progetto, in primis i miei soci che mi hanno sostenuto e non hanno mai fatto mancare il loro contributo. Lo hanno fatto mossi dalla mia stessa passione, quella per la maglia azzurra e per questo calcio che è in forte crescita ed evoluzione». Un mondo in continuo divenire, che si accinge ad approdare al professionismo.

«È stato bello vedere tanti tifosi supportarci durante tutto il campionato e fino all’ultimo minuto, anche a loro va il mio più affettuoso ringraziamento». Si tratta di un grazie sentito e non formale da parte di Carlino, che esterna le sue personali congratulazioni al club granata, unico a rappresentare la Campania del calcio in rosa. «Faccio i miei complimenti al Pomigliano per il raggiungimento del traguardo salvezza e al presidente Raffaele Pipola, passionale come il sottoscritto. Sono convinto che il calcio femminile abbia bisogno di essere rappresentato a Sud di Roma e che il Meridione possa essere un volano di sviluppo per l’intero movimento che va verso il professionismo», conclude Lello Carlino. Indubbiamente la serie A perde una grande protagonista.

Ultimo aggiornamento: 19:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA