Napoli femminile, Giuseppe Marino
e il sogno sospeso della serie A bis

Mercoledì 29 Aprile 2020 di Diego Scarpitti
Giuseppe Marino
Al Yellow Submarine dei Beatles risponde il sottoMarino azzurro. Continua a procedere, almeno nei sogni, verso il sole della promozione in serie A. Poi il mare in tempesta e le onde del Coronavirus ad interrompere la navigazione del Nautilus, capitanato da Emanuela Schioppo. Stava viaggiando a tutta velocità, senza ostacoli, prima della sosta forzata. Propulsione e gol. Due lunghezze di vantaggio sulla Lazio (con una partita in meno rispetto alle biancocelesti) e quattro sul San Marino. Poi l’avaria causata dal Covid-19.

Numeri pazzeschi. Stagione positiva del Napoli femminile fino alla brusca interruzione, tanto da provocare lo spegnimento dei reattori. Micidiale il 4-3-3 della compagine partenopea, che ha portato il club presieduto da Lello Carlino a realizzare 35 reti in 15 partite: soltanto 13 gol subiti, merito di una strepitosa Federica Russo tra i pali. Ruolino di marcia impressionante: 36 punti frutto di 11 vittorie, 3 pareggi ed una sola sconfitta.

Desiderio di affermarsi. Non è dato sapere se e quando riprenderà il campionato di serie B. Acqua agitate all’orizzonte. Rischio naufragio. Le ragazze di mister Giuseppe Marino si sono presentate ai nastri di partenza con la vittoria del campionato di serie C, ottenuta nella stagione 2018-2019, grazie a ben 20 successi, un pareggio ed una sola sconfitta. Un cammino esaltante che ha riportato il Napoli femminile in cadetteria, lì «dove il mare luccica e tira forte il vento». Un giovanissimo Marino aveva preso per mano la compagine azzurra nel 2010/2011, per condurla nella terra promessa della serie A (ed in finale di Coppa Italia) nel 2012. L’anno successivo sarebbe arrivato lo storico quinto posto, a seguito del quale le strade di mister Marino e del Napoli femminile presero direzioni diverse. Poi il ricongiungimento.

Copione già visto. Coppia consolidata. Già due volte il Napoli femminile e mister Giuseppe Marino hanno vinto insieme (promozione dalla C alla B nel 2018/2019 e dalla B alla A nel 2011/2012). Non c’è due senza tre... Come lo scudetto del Napoli di Diego Armando Maradona. Dopo 30 anni dall’ultima volta (29 aprile 1990) è giunto il momento di triplicare.
  © RIPRODUZIONE RISERVATA