Napoli femminile, super Perez blinda
il pareggio: primo punto in serie A

Domenica 15 Novembre 2020 di Diego Scarpitti
Catalina Perez

Primo punto. Nello scontro diretto per la salvezza finisce a reti inviolate. Le azzurre non trovano la via del gol ma escono imbattute dalla sfida con il San Marino. Ottava giornata di campionato letteralmente da incorniciare per Catalina Perez, che blinda lo 0-0 in trasferta. Il Napoli femminile deve ringraziare la connazionale di David Ospina.

Non si lascia contagiare dal virus della paura la ragazza di Bogotà, classe 1994. Al 41’ ipnotizza Yesica Menin, dopo aver eluso Federica Di Criscio. Poi l’oro ai Giochi panamericani dello scorso anno anticipa il numero 9 delle titane ma il direttore di gara, Angelucci di Foligno, considera l’intervento falloso. In completo arancione, la colombiana respinge il tiro di rigore, battuto dal mancino Greta Di Luzio al 42’, tra gli applausi e i complimenti delle sue compagne. In precedenza il tecnico Giuseppe Marino aveva reclamato il penalty, non assegnato però, per il fallo di mano in area di Alessia Venturini al 28'.

Muove di un passo la classifica il club del presidente Lello Carlino. Si rivela efficace la scelta del 4-3-1-2 , che concede poco o nulla alle avversarie di turno. Seconda gara consecutiva per Alexandra Huyhn, assente Paola Di Marino. Partita all’insegna dell’equilibrio, con il Napoli che nei primi 20 minuti cerca di far gioco e portarsi in avanti. Da segnalare il gran bel gesto atletico della bulgura Evdokiya Popadinova, che in rovesciata sfiora il pallone crossato dalla svedese Jenny Hjohlman. Occasione per Isotta Nocchi al 30', con il portiere del San Marino, Gloria Ciccioli, che salva il risultato, rifugiandosi in corner.

Nella ripresa piede pigiato sull'acceleratore da parte delle azzurre al 51', con la difesa di casa che salva sulla linea il pallone messo in mezzo da Eleonora Goldoni e colpito di testa da Popadinova. Prova a replicare il team di Alain Conte con il tiro di Karin Muya, che si spegne di poco fuori, alla sinistra di Perez. Marino lancia forze fresche, per velocizzare la manovra d’attacco. Al 60' fuori Nocchi, dentro Emma Errico, ex Sassuolo, una delle tre calciatrici recuperate, a seguito della quarantena da Covid-19. Al 68’ entra la statunitense Mariah Cameron, esce la bionda Hjohlman. Napoli minaccioso al 70’ con la traversa colpita da Sofieke Jansen.

Di Criscio cede la fascia di capitano al terzino Elisabetta Oliviero, sostituita da Federica Cafferata al 75’. Fa il suo ingresso in campo Jacynta, ex West Ham, al posto di Popadinova. Giallo inevitabile a Cafferata per aver ostacolato il 20enne portiere Ciccioli (87’). Predica calma Oliviero e non succede altro nei tre minuti di recupero. Segnale importante quello lanciato dalle azzurre.

 

 

Ultimo aggiornamento: 19:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA