Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Nazionale Poste Italiane:
in campo anche due nocerini

Mercoledì 22 Giugno 2022
Nazionale Poste Italiane: in campo anche due nocerini

Torna in campo la Nazionale di Poste Italiane, la squadra di calcio che rappresenta l’Azienda nelle iniziative e nei tornei a fini benefici. Dopo lo stop dovuto alla pandemia, e in occasione dell’importante anniversario dei 160 anni dalla sua fondazione, Poste Italiane ha deciso di proseguire il proprio cammino di vicinanza alle comunità di presenza sul territorio, favorendo lo sport e l’inclusione. Tra i nuovi giocatori scelti dall’allenatore Angelo Di Livio, ex centrocampista della Nazionale Italiana, ci sono i difensori Armando Veneziano, classe 1993, tesserato a livello dilettantistico con la società sportiva Montesarchio, e Antonio Manzo, classe 1986, della F.C. Sarnese 1926. Un’occasione prestigiosa e di responsabilità per i due dipendenti, oggi compagni di squadra, in servizio rispettivamente presso gli uffici postali di Nocera Superiore e Nocera Inferiore, in provincia di Salerno.

Armando ha 31 anni e lavora a tempo pieno e indeterminato per Poste Italiane come operatore di sportello nell’ufficio postale di Nocera Superiore. «Ho sempre avuto una passione viscerale per il gioco del calcio, mi sono impegnato molto in questo sport e ho avuto la fortuna di giocare per diverse squadre campane in serie D, C1, Promozione e anche in B. Contemporaneamente, però ho portato avanti gli studi: prima una laurea in economia e management e successivamente un executive master in risorse umane: un percorso di formazione che mi ha consentito di essere selezionato e poi assunto da Poste Italiane. Armando entusiasta dell’esperienza con la Nazionale di Poste: «Quando arrivata la notizia dell’inserimento in rosa, ero in ufficio e le mie colleghe hanno iniziato a contendersi il ruolo di cheerleader, soprattutto in virt di possibili partite contro le squadre di attori e cantanti – sorride divertito il difensore nocerino «-. Scherzi a parte - continua -, «l’ingresso nella squadra Nazionale di Poste Italiane ha significato tanto per me. Vivere l’azienda e farlo attraverso lo sport rende questa esperienza unica; conoscere e fare squadra con colleghi provenienti da ogni parte d’Italia, davvero una grande opportunità di crescita».

Un entusiasmo condiviso con Antonio Manzo, che lavora come Specialista Small Business presso l’ufficio postale di Nocera Inferiore e con i suoi 36 anni  veterano della Nazionale di Poste.« Entrare a far parte per la seconda volta della Nazionale di Poste per me è un grande orgoglio. Poste Italiane rappresenta infatti parte della mia storia familiare: prima mio nonno come portalettere durante la seconda guerra mondiale, poi mio padre come sportellista ed ora io come specialista dedicato alle piccole imprese, abbiamo legato la nostra vita a Poste Italiane e all’azienda dobbiamo la nostra serenità.».Come Poste, anche il calcio ha fatto parte della vita di Antonio da sempre: «Avevo cinque anni quando ho dato il primo calcio ad un pallone, e da allora ne ho fatta di strada: le giovanili, le serie D, C2 e C1 e anche una maglia azzurra di categoria Lega Pro, che mi port򠡠Coverciano. Tra gli altri, faceva parte di quel gruppo l’attaccante Antonio Candreva, oggi alla Sampdoria».

«Per me - confessa lo specialista - è stato davvero emozionante tornare nel centro tecnico federale toscano dopo 15 anni con la Nazionale di Poste e poter raccontare la mia esperienza ai compagni di squadra di oggi». Tra le oltre 400 candidature giunte da ogni parte d’Italia dai dipendenti delle diverse strutture del Gruppo Poste Italiane, sono stati 60 i giocatori convocati per partecipare ai provini di selezione. Dopo una intensa due giorni di test tecnici e allenamenti, Angelo Di Livio ha scelto i 30 calciatori che indosseranno la maglia gialloblu della Nazionale di Poste Italiane e scenderanno presto in campo per le partite di beneficienza su tutto il territorio nazionale. Nell’anno del suo 160esimo compleanno, dunque, fra le numerose attività in programma, Poste Italiane riparte anche dal calcio con l’obiettivo di valorizzare il gioco di squadra fuori e dentro l’Azienda, e supportare iniziative di solidarietà, confermando ancora una volta la propria vocazione alla responsabilità sociale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA