Napoli femminile-Empoli, Pistolesi:
«Il destino nelle nostre mani»

Sabato 27 Marzo 2021 di Diego Scarpitti
Alessandro Pistolesi

Passato, presente, futuro. Sarà una Domenica delle Palme davvero speciale per Alessandro Pistolesi. Riduttivo considerare Napoli femminile-Empoli unicamente l’impegno della 17esima giornata. Non può sottrarsi al confronto con la sua ex squadra (che ha guidato per cinque anni fino alla promozione in serie A) il tecnico azzurro. «Nel percorso verso la salvezza dobbiamo migliorare e potenziare il nostro gioco, così come la nostra capacità di essere efficaci in campo».

Vigilia in ritiro al Grand Hotel Parker’s al Corso Vittorio Emanuele proprio come una settimana fa, per compattare il gruppo e cementare l’intesa. «Empoli è soltanto un altro passo verso il 23 maggio», dichiara fiducioso Pistolesi. Allo stadio Caduti di Brema capitan Paola Di Marino e compagne pronte a sfoderare un’altra bella prestazione. «Guardiamo la classifica, perché ci dà la conferma di quanto stiamo facendo e ci dà stimoli per continuare» ammette l’allenatore toscano. «Dal 16 dicembre la classifica è cambiata. Eravamo a -7  e la risalita passava attraverso le disgrazie altrui. Oggi il discorso salvezza passa attraverso solo quanto noi riusciremo a fare. Abbiamo il destino nelle nostre mani».

Suona la carica Pistolesi. «In 6 partite possiamo conquistare, con le nostre forze, quanto meritiamo». Impresa non impossibile. Consapevolezza, determinazione ed entusiasmo animeranno le azzurre, che scenderanno in campo senza la greca Despoina Chatzinikolaou, la colombiana Catalina Perez e la bulgara Evdokija Popadinova. Pistolesi ritrova l’Empoli da avversario. «Viviamo la nostra passione su sponde diverse ma insieme su quel rettangolo verde che ci piace così tanto». E rende pubblica la sua sfida. «Ad ogni chilo perso, un punto guadagnato dalla squadra». Sarà un match dal sapore particolare domani a Barra (ore 14.30).

© RIPRODUZIONE RISERVATA