CORONAVIRUS

Coronavirus,Ferrari pronta alla fase 2: app per tracciare i contatti dei dipendenti e screening con esami del sangue

Mercoledì 8 Aprile 2020
Coronavirus,Ferrari pronta alla fase 2: app per tracciare i contatti dei dipendenti e screening con esami del sangue

Coronavirus, Ferrari presenta il suo piano di fase 2 per la ripartenza post emergenza sanitaria Covid19: il progetto 'Back on Track', 'Torna in pista', prevede tre fasi. La riapertura delle sedi di Maranello e Modena secondo tempistiche definite dalle autorità nazionali. Uno screening dei collaboratori Ferrari, su base volontaria, con esami del sangue. Infine l'opportunità per ciascun collaboratore di servirsi di una app, con tracciamento dei contatti, per un supporto medico sanitario nel monitoraggio della sintomatologia del virus.

Coronavirus, Confindustria: «Ripartire a breve in 4 regioni del Nord, con il lockdown il Paese si spegne»

Coronavirus, il sistema sanitario si prepara alla Fase 2. Speranza: «Azioni pianificate per evitare recrudescenza dell’epidemia»

Il progetto 'Torna in pista', spiega Ferrari in una nota, nasce dalla collaborazione con un pool di virologi ed esperti - tra cui Roberto Burioni - ed è patrocinato dalla Regione Emilia-Romagna. L'obiettivo, spiega il gruppo, ha come obiettivo la sicurezza dell'ambiente di lavoro al riavvio della attività produttiva.

La prima fase è quella della riapertura delle sedi, subordinata a tempi e modalità che saranno definite dall'autorità nazionale, che comunque prevede la piena attuazione del protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione di Covid-19 negli ambienti di lavoro del 14 marzo 2020, ulteriormente «personalizzato» sugli ambienti di lavoro Ferrari.

La seconda fase è quella dello screening sanitario dei collaboratori Ferrari: su base volontaria saranno sottoposti a esami del sangue mirati a verificare eventuale contagio del coronavirus. In un momento successivo questo servizio sarà allargato anche a familiari conviventi dei collaboratori, se interessati, e ai fornitori. Nella terza fase Ferrari «offre l'opportunità» ai suoi collaboratori di servirsi di una app con cui ricevere supporto medico sanitario nel monitoraggio della sintomatologia del coronavirus.

Previsto il tracciamento dei contatti delle singole utenze, nel rispetto della privacy individuale, grazie a una gestione della piattaforma esterna ed estranea a Ferrari. Con questo sistema in caso di positività al Covid-19 di un utente, i suoi contatti potranno essere ricostruiti dall'applicazione. Il progetto, specifica Ferrari, «potrà essere uniformato secondo gli eventuali standard che saranno definiti dalle autorità competenti». Ferrari fornirà inoltre un servizio di assistenza sanitaria e psicologica, telefonica e domiciliare, alle proprie persone. In caso di positività al Covid-19, verrà loro messa a disposizione una copertura assicurativa specifica oltre a un alloggio adatto all'autoisolamento, con assistenza medica e infermieristica a domicilio e supporto di materiale sanitario.

Ultimo aggiornamento: 20:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA