Formula 1, Vettel sconsolato:
«Più di così non si poteva fare»

Sabato 29 Agosto 2020
«È un quadro realistico, oggi la macchina può fare questo sul circuito. C'è stato qualcosa di sbagliato nell'assetto fin dal primo giorno. Questa è la macchina che abbiamo adesso e quello che possiamo fare oggi. È il mio lavoro, mi piace. Chiaramente non è bello rischiare di uscire al Q1 e finire 14ø. Stamattina pensavamo di non entrare nel Q2, è tutto quello che possiamo fare oggi. Vedremo cosa accadrà domani». Così Sebastian Vettel a Sky dopo la pessima qualifica delle Ferrari al gp del Belgio, entrambe fuori nella Q2.

«A essere onesti è molto difficile trovare una spiegazione per essere in questa posizione. Si tratta di un grande passo indietro rispetto agli altri. Dobbiamo trovare il problema centrale e affrontarlo». Così Charles Leclerc dopo il 13° posto nelle qualifiche del Gp del Belgio. «Non è stata una buona giornata, ma in questo momento va così e dobbiamo continuare a lavorare sodo -aggiunge il monegasco-. Credo che tutti in squadra debbano tenere la testa alta anche in momenti difficilissimi come questo. Posso capire la delusione dei tifosi a casa. Cercheremo di fare la miglior gara possibile anche se non possiamo aspettarci miracoli».

«Situazione difficile, non siamo contenti. Non lo è nessuno, noi e i tifosi. Dobbiamo capire e guardare avanti. Abbiamo avuto difficoltà nelle libere, i piloti non sentivano la macchina. Weekend in salita. Ma bisogna avere pazienza, stiamo lavorando per il 2021-22». Il team principal della Ferrari, Mattia Binotto, non nasconde la delusione per la brutta prova delle Rosse nelle qualifiche del gp del Belgio. «Dobbiamo capire cosa è successo - le parole a Skysport - La gara è domani, non molliamo di un millimetro, ed è tutta da scrivere».
Ultimo aggiornamento: 17:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA