Formula 1, Verstappen rinnova
con la Red Bull fino al 2023

Martedì 7 Gennaio 2020

La Red Bull ha 'blindatò Max Verstappen prolungandogli il contratto fino al 2023. Il team austriaco ha così tolto dal mercato uno dei piloti più ambiti, dato da tempo nel mirino della Mercedes. L'olandese, 22 anni, il più giovane vincitore di un Gp nella storia della Formula 1 (a Barcellona nel 2016, 18 anni, 7 mesi e 15 giorni), continuerà invece a gareggiare con la sua attuale scuderie almeno per le prossime quattro stagioni. «L'arrivo della Honda (come produttore di motori della Red Bull nel 2019, ndr) e i progressi che abbiamo fatto negli ultimi dodici mesi mi danno ancora più motivazione e la convinzione di poter vincere insieme - ha dichiarato l'olandese - Voglio vincere qui e il nostro obiettivo è ovviamente quello di lottare insieme per un titolo mondiale».

Al pilota sono giunte anche le felicitazioni del team principal, Christian Horner: «È una notizia fantastica. Max ha dimostrato di essere una risorsa per il team. Con la sfida posta dalle modifiche normative entro il 2021, la continuità in quante più aree possibili è essenziale». Questa mossa potrebbe bloccare un mercato dei trasferimenti che appariva molto aperto per il 2021. Fino ad ora, infatti, solo altri quattro conducenti erano 'impegnatì oltre la fine del 2020: Charles Leclerc (Ferrari, fino alla fine del 2024), Sergio Pérez (Racing Point, fino alla fine del 2022), Esteban Ocon (Renault) e George Russell (Williams, fino alla fine del 2021). I due dossier più 'caldì riguardano il futuro alla Ferrari di Sebastian Vettel e quello in Mercedes di Lewis Hamilton, che quest'anno punta a raggiungere un settimo titolo mondiale che gli consenta di eguagliare il record di Michael Schumacher. La permanenza di Verstappen con la Red Bull (dove è approdato nel 2016 dalla Toro Rosso) suggerisce anche che la collaborazione tra il team e la Honda potrebbe estendersi oltre l'attuale scadenza del 2021.

Ultimo aggiornamento: 15:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA