Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

GP di Spagna, prove libere 1:
dominio Ferrari con Leclerc e Sainz

Venerdì 20 Maggio 2022 di Massimo Costa
Nella foto, Charles Leclerc

PIù che la prima sessione di prove libere del Gran Premio di Spagna, i 60 minuti che hanno aperto il weekend catalano parevano un turno dei test pre campionato che si sono svolti su questo tracciato lo scorso febbraio. Tantissime le novità tecniche che Ferrari, Red Bull, Mercedes e, soprattutto, Aston Martin hanno portato sulle loro monoposto mentre al volante si sono visti tre tester, di cui due al debutto assoluto in una sessione ufficiale. La Ferrari ha dominato con Charles Leclerc e Carlos Sainz, separati da 79 millesimi. La F1-75 ha presentato una nuova ala posteriore e altri particolari come un diverso disegno nella zona posteriore del fondo e inediti deflettori nelle pance, che sono subito stati ottimamente sfruttati dal leader del campionato. Leclerc ha segnato il tempo di 1'19"828 mentre lo spagnolo lo ha avvicinato con 1'19"907.

La Red Bull-Honda, che pure ha qualche novità ed è sempre alla ricerca della diminuzione del peso della RB18 (nuovo il disegno degli specchietti), è terza con Max Verstappen il quale ha realizzato il crono di 1'20"164 a 336 millesimi da Leclerc. Con la Red Bull, ha debuttato, dopo due giornate di test svolte ad Abu Dhabi nel 2020 e 2021, Juri Vips, primo estone nella storia della F1 a partecipare a un turno di prove libere ufficiali. Vips, che corre in F2, ha però svolto un lavoro particolare per la squadra: non ha mai fatto un giro veloce, ma una serie di prove (frenata e accelerazione) in alcune curve.

Tanta attesa vi era per la Mercedes. Gli ingegneri di Toto Wolff hanno cercato di far lavorare meglio la W13 e qualche progresso lo si è visto con George Russell quarto in 1'20"590 e Lewis Hamilton sesto in 1'20"811. Prima di arrivare a Montmelò, la Mercedes si è fermata a Le Castellet per un filming day con Russell per una sorta di shake down della monoposto. Le novità principali sono nel fondo vettura, dove si sta lottando per bloccare il terribile fenomeno dei saltellamenti in rettifilo, Un occhio anche alla riduzione del peso.

Tra le due Mercedes si è inserita la Alpine-Renault di Fernando Alonso, molto polemico stamane con la direzione gara. Lo spagnolo appare piuttosto nervoso e anche in pista poco attento, tanto che Hamilton ha dovuto mettere due ruote sull'erba per superarlo mentre procedeva lentamente senza avvedersi di ciò che gli accadeva attorno. Più indietro per il momento Esteban Ocon, 11esimo. I media inglesi hanno segnalato che la McLaren-Mercedes presenta ben dieci novità tecniche, ma per ora Lando Norris è settimo e Daniel Ricciardo nono. Tra di loro, l'Alpha Tauri-Honda di Pierre Gasly con Yuki Tsunoda decimo.

La Aston Martin-Mercedes ha fatto parlare molto di sé. Le pance sono state completamente riviste tanto che la AMR22 pare un'altra monoposto rispetto a quella vista nei primi cinque Gran Premi. Ma non poteva mancare la polemica considerando la similitudine delle nuove pance a quelle della Red Bull RB18. Solo un caso? La FIA ha subito condotto una ispezione ed è risultato tutto nella norma delle regole. I risultati però, non sono cambiati anche se va detto che Lance Stroll e Sebastian Vettel hanno svolto una sorta di shake down.

Robert Kubica, tornato al volante della Sauber Alfa Romeo-Ferrari dopo le imprese con la LMP2 del team Prema nel campionato WEC, ha colto un ottimo 13esimo tempo. Il polacco, tester della squadra svizzera, aveva guidato la C42 per una giornata nei test pre campionato proprio su questo circuito. Dietro di lui, le due Haas-Ferrari di Kevin Magnussen e Mick Schumacher. Valtteri Bottas non ha cercato la prestazione concentrandosi su alcuni particolari portati in Spagna. Con la Williams-Mercedes ha debuttato in F1, nel contesto di un Gran Premio, Nyck De Vries, già campione Formula 2 e Formula E nonché tester Mercedes. L'olandese non aveva mai guidato la FW44 ed ha subito girato sui tempi del compagno Nicholas Latifi.

Venerdì 20 maggio 2022. libere 1

1 - Charles Leclerc (Ferrari) - 1'19"828 - 27 giri
2 - Carlos Sainz (Ferrari) - 1'19"907 - 27
3 - Max Verstappen (Red Bull-Honda) - 1'20"164 - 28
4 - George Russell (Mercedes) - 1'20"590 - 28
5 - Fernando Alonso (Alpine-Renault) - 1'20"768 - 24
6 - Lewis Hamilton (Mercedes) - 1'20"811 - 27
7 - Lando Norris (McLaren-Mercedes) - 1'21"279 - 24
8 - Pierre Gasly (Alpha Tauri-Honda) - 1'21"422 - 23
9 - Daniel Ricciardo (McLaren-Mercedes) - 1'21"737 - 23
10 - Yuki Tsunoda (Alpha Tauri-Honda) - 1'21"814 - 28
11 - Esteban Ocon (Alpine-Renault) - 1'21"891 - 26
12 - Lance Stroll (Aston Martin-Mercedes) - 1'21"920 - 23
13 - Robert Kubica (Sauber Alfa Romeo-Ferrari) - 1'21"975 - 20
14 - Kevin Magnussen (Haas-Ferrari) - 1'22"089 - 16
15 - Mick Schumacher (Haas-Ferrari) - 1'22"146 - 21
16 - Sebastian Vettel (Aston Martin-Mercedes) - 1'22"164 - 20
17 - Valtteri Bottas (Sauber Alfa Romeo-Ferrari) - 1'22"614 - 25
18 - Nyck De Vries (Williams-Mercedes) - 1'22"920 - 28
19 - Nicholas Latifi (Williams-Mercedes) - 1'23"011 - 27
20 - Juri Vips (Red Bull-Honda) - 1'24"138 - 23

Ultimo aggiornamento: 24 Maggio, 18:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA