Le pagelle di Silverstone: Leclerc, una gara che sa di vittoria

Lunedì 10 Agosto 2020 di Alberto Sabbatini
Charles Leclerc
VERSTAPPEN 10
Riesce nell’incredibile impresa di battere le astronavi Mercedes. Trionfo di tattica ma anche di guida: ci ha messo tanto di suo superando Hulkenberg in partenza che era l’unico ostacolo per poter impostare il proprio ritmo a piacimento dietro le frecce nere. 
RED BULL 9
Sette giorni fa per eccessiva prudenza hanno perso l’occasione di vincere. Stavolta hanno riprovato la strategia spregiudicata di invertire la sequenza delle gomme al via (prima dure poi medie, al contrario di tutti). Mai nessuno si era qualificato con la gomma dura in F1. Hanno avuto ragione.
LECLERC 9
Lui stesso dice che il 4° posto equivale a una vittoria per la soddisfazione di aver ritrovato competitività. Nei giri finali addirittura aveva pensato di andare ad attaccare la Mercedes di Bottas: inimmaginabile fino a ieri. Ha completato la propria maturazione: adesso sa anche gestire bene le gomme.
HAMILTON 8
Vince il suo duello personale contro Bottas ma perde la vittoria nel GP di casa perché le sue gomme si surriscaldano troppo. Certo non sarà contento di eguagliare il record di podii di Schumacher (155) solo con un secondo posto.
HULKENBERG 7
Il precario della F1 esce a testa alta: 3° in qualifica e ottimo quinto in gara diventato nel finale un 7° posto perché costretto dal team a un terzo pit stop senza motivo apparente.
MERCEDES 7
Ha perso l’occasione di fare l’en plein di vittorie in campionato. Le Frecce Nere sono sempre veloci, ma soffrono quando devono viaggiare con gomme gonfiate a pressione elevata perché surriscaldano gli pneumatici. Se risolvono anche questo problema siamo fritti…
FERRARI 7
Un voto d’incoraggiamento perché la SF1000, una volta scaricate le ali per avere più velocità di punta, si riscopre competitiva, almeno nelle mani di Leclerc. È tornata ad essere la Ferrari “gentile sulle gomme”: non degrada gli pneumatici ed ha permesso la tattica vincente a una sola sosta. È di nuovo terza nel mondiale.
VETTEL 4
Ancora fuori dai punti. Lui si lamenta di una strategia sbagliata a suo danno, ma ci ha messo del suo girandosi alla prima curva e finendo ultimo. La Ferrari “scivolosa” che Leclerc sa guidare bene, lui non riesce proprio a controllarla.
Ultimo aggiornamento: 11 Agosto, 20:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA