Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Leclerc, insulti contro il box Ferrari:
«Ma che diavolo state facendo?»

Domenica 29 Maggio 2022
Leclerc, insulti contro il box Ferrari per il doppio errore al Gp di Montecarlo: «Ma che diavolo fate?»

Un errore che gli è costato il Gran Premio di Monaco di Formula 1. Più che normale che Charles Leclerc si sia arrabbiato contro il box Ferrari, colpevole di averlo prima richiamato ai box per il cambio gomme salvo poi chiedere al pilota di ritardare l'ingresso. Peccato per i ferraristi che Leclerc avesse già imboccato la strada dei box, ritrovandosi il compagno di squadra Sainz anche lui alle prese con il cambio gomme. Una decisione nata dall'incertezza del meteo: la gara è cominciata con la pioggia e le gomme da bagnato, poi dopo alcuni giri la pista si è asciugata e tutti i piloti hanno dovuto cambiare strategia. 

Il più penalizzato è stato proprio Leclerc, che si è infuriato come testimoniato dai video registrati dall'interno del suo abitacolo e soprattutto dagli audio. Il pilot si è scagliato contro il suo box: «Ma cosa diavolo fate?», ha detto arrabbiatissimo. 

Cosa è successo

Tutto è nato dal pit-stop del compagno di scuderia Sainz. Il pilota inizialmente si è rifiutato di entrare ai box per montare le slick (come aveva fatto Perez) ma in quei due giri l'avversario ha guadagnato diversi secondi. A quel punto Sainz è rientrato ma contemporaneamente lo ha fatto anche Leclerc, con il secondo che si è ritrovato a dover aspettare che al primo montassero le nuove gomme.

Così Leclerc ha dato diversi colpi sul volante a mano aperta, e anche rivolto una serie di insulti con un inequivocabile "Ma che ca**o fate?". Dopo essere tornato ai box per la bandiera rossa sventolata dopo l'incidente di Schumacher Jr., si è chiarito con i meccanici lontano dalle telecamere. Presente all'interno del box anche il presidente della Ferrari John Elkann che ha provato a tranquillizzarlo. L'errore però si è rivelato decisivo tanto che Perez ha vinto il gran Premio e Leclerc si è dovuto accontentare del quarto alle spalle proprio di Sainz e dell'avversario numero uno nel Mondiale Verstappen. A fine gara Leclerc si è limitato a dire: «Non ho parole, non ho parole. Non è possibile una cosa del genere». 

 

Binotto: abbiamo sbagliato a fermare Leclerc

«Abbiamo commesso un errore, forse due». È il mea culpa di Mattia Binotto, team principal Ferrari, dopo il pasticcio che probabilmente è costato la vittoria a Charles Leclerc a Monaco. «È stato un errore fermarlo, dovevamo lasciarlo in pista per difendere la leadership e poi passare direttamente alle gomme slick. Sono errori che analizzeremo e che ci faranno crescere. Sono eventi che possono capitare, se ci permettono di diventare più forte bene che capitino. Detto questo - ha aggiunto - se Latifi non blocca per mezzo giro Sainz e si fa da parte, Carlos vince la gara». 

Ultimo aggiornamento: 30 Maggio, 07:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA