Gp Messico, Verstappen retrocesso:
Leclerc e Vettel partono in prima fila

Sabato 26 Ottobre 2019
Una pole position tra brividi e spaventi. È l'immagine delle qualifiche del Gran Premio del Messico che alla fine sul filo dei millesimi hanno penalizzato la Red Bull di Max Verstappen velocissimo, ma facilitato dallo spaventoso incidente alla Mercedes di Valtteri Bottas all'inizio del rettilineo finale che ha costretto tutti i suoi rivali ad abortire l'ultimo giro. Bene entrambe le Ferrari finite subito dietro all'olandese, ma riportate in prima fila dai giudici per la penalizzazione a Verstappen, che non ha rallentato in regime di bandiera gialla per lo schianto del finlandese,  Quarto posto sulla griglia di partenza per la Stella d'argento di Lewis Hamilton.

Rosse che, nonostante la verve di Verstappen e il contrattempo dell'incidente di Bottas, fanno ben sperare per la gara. Nel primo tentativo in qualifica né Vettel, né Leclerc hanno effettuato un giro perfetto: il tedesco è passato sul traguardo in 1'15«170, mentre il monegasco ha ottenuto 1'15»024. Le due SF90 sono poi rientrate al box per cambiare le gomme e dare l'assalto al tempo di Verstappen, leader in quel momento. Leclerc si è lanciato ma ha commesso un errore nel terzo settore, mentre Vettel stava migliorando, quando la Mercedes di Bottas è finita contro le barriere costringendo la direzione corsa ad esporre la doppia bandiera gialla. Una vera beffa per Vettel che si sarebbe potuto giocare la pole position o quanto meno una posizione in prima fila. «Ho commesso un piccolo errore nel primo tentativo e poi nel secondo ho trovato la doppia bandiera gialla per cui non ho potuto migliorare. Avrei potuto fare meglio - ha detto Vettel - Abbiamo comunque avuto un buon fine settimana e per domani sono fiducioso, anche se la gara sarà molto impegnativa. Le migliori sei macchine partiranno tutte con le medie e sarà interessante vedere chi riuscirà a farle durare di più...».

Fiducioso per il Gp anche Leclerc: «Il primo giro è stato piuttosto buono - ricorda il pilota monegasco - Nel secondo abbiamo cambiato il bilanciamento dei freni per avere un pochino di più dall'anteriore ma abbiamo perso qualcosa nell'ultimo settore e rispetto a quanto guadagnato nel primo. Le Red Bull erano molto veloci ma la gara è lunga ed è domani. Partenza? Sì certo sarà molto importante. La velocità di punta che abbiamo è molto buona e quindi speriamo di poterla sfruttare in partenza».

Non sembra preoccupato di un possibile provvedimento dei direttori di gara Verstappen per non aver rallentato con le bandiere gialle esposte dopo l'incidente di Bottas: «Giornata interessante. Riuscire a prevalere è stato incredibile. Sappiamo che nelle ultime gare la Ferrari è sempre stata molto veloce in rettilineo. Reagire così, prenderci la pole qui è qualcosa per cui devo davvero ringraziare il team. Ha continuato a spingere, continuando a portare dei nuovi pezzi per la macchina e oggi abbiamo dimostrato di essere molto veloci. Alla pole - conclude il giovane olandese - ci si spera sempre. Cerchi sempre di trovare il giusto bilanciamento in macchina e nel Q3 abbiamo messo insieme tutto. Rispetto all'anno scorso sarà diverso perché partirò primo e non secondo, ma comunque darò tutto. Abbiamo una buona macchina da gara e anche se dovesse succedere qualcosa e perdessimo la prima posizione avremmo comunque le nostre chance».
Ultimo aggiornamento: 27 Ottobre, 11:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA