Michael Schumacher, la moglie Corinna parla dopo sei anni: «Quando me lo disse mi arrabbiai, ma aveva previsto tutto»

Domenica 10 Novembre 2019 di Silvia Natella
La moglie di Michael Schumacker torna a parlare dopo sei anni: «Devo ringraziare mio marito, su mia figlia aveva previsto tutto»

Corinna Betsch, moglie di Michael Schumacher, torna a parlare pubblicamente a sei anni dall'ultima intervista e dopo che sua figlia, la 22enne Gina Maria, ha trionfato in una corsa di cavalli con indosso la tuta della Ferrari che apparteneva a suo padre. Lo fa rendendo omaggio al marito, sulle cui condizioni di salute mantiene sempre il più totale riserbo. Al centro delle sue dichiarazioni al  "She's Mercedes Magazine" la passione che anche lei prova per i cavalli. Un amore nato proprio grazie al campione di Formula Uno rimasto coinvolto in un incidente sulla neve nel dicembre 2013.

Leggi anche > Gina Schumacher regina a Verona: la figlia di Michael trionfa allo show della Fieracavalli

La donna ha raccontato che tutto è cominciato quando suo marito le ha regalato un ranch a Givrins per il decimo anniversario di matrimonio: «Non dimentico chi devo ringraziare per questo, ovvero mio marito Michael. Quando avevo 30 anni e sognavo di avere un cavallo, mi fece volare a Dubai per comprare un cavallo arabo». Una passione che le ha dato la forza di affrontare la tragedia che ha travolto la sua famiglia. 
 

Corinna ha vinto la medaglia d'oro nei campionati europei maggiori del 2010 della National Reining Horse Association e ora possiede 40 cavalli e due ranch in Svizzera e Texas. Sulle sue orme, la figlia Gina, impegnata in questi giorni nell’Elementa Masters Premiere, la competizione italiana nella categoria reining (non pro). «Provo il massimo orgoglio», ha dichiarato parlando della 22enne. Una famiglia di sportivi, dal momento che anche il figlio ha voluto seguire il padre lanciandosi nella Formula Uno. 

Quello che ha colpito in queste ore però è l'esibizione finale nella storica tuta Ferrari. L'amazzone ha regalato emozioni al suo pubblico. «Non avrei potuto scegliere altro tema che quello Ferrari per il mio costume. Siamo in Italia, rappresento la famiglia Schumacher e la Ferrari è un mito», ha detto Gina. Proprio Michael aveva previsto il successo della figlia, come racconta Corinna: «Mi disse che un giorno Gina Maria sarebbe stata più brava di me e la cosa allora non mi piacque molto. Io lavoravo giorno e notte con i cavalli cercando di capire tutto. Ma lui diceva che ero troppo carina e che Gina invece aveva più polso e carattere e questo mio marito l'aveva intravisto».
 

Ultimo aggiornamento: 11 Novembre, 08:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA