Scarpetta premiato a Maranello: «Io, 17enne tra i mostri sacri Ferrari»

Il pilota di Portici vincitore Campionato italiano Gran Turismo categoria GTK AM

Vincenzo Scarpetta e Silvino Mezza
Vincenzo Scarpetta e Silvino Mezza
di Gianluca Agata
Domenica 26 Novembre 2023, 18:32
3 Minuti di Lettura

Metti una sera a cena a Maranello dove nessuno di guarda dall'alto in basso perché hai solo 17 anni, ma tutti dritto negli occhi per capire questo ragazzo di Portici dove vuole arrivare. La gioia ha il nome di Vincenzo Scarpetta premiato sabato nel corso del Gala Ferrari per la sua vittoria, al volante di una Ferrari 488, del Campionato italiano Gran Turismo categoria GTK AM.

L’appuntamento, celebrato nella sede dell’ente Endurance e Corse Clienti a Fiorano, è stato l’occasione per celebrare i 22 titoli conquistati in differenti serie, ai quali si aggiungono gli speciali riconoscimenti consegnati ai piloti ufficiali che hanno portato in trionfo la 499P alla 24 Ore di Le Mans, Pier Guidi-Calado-Giovinazzi, e ai piloti che hanno vinto la 24 Ore del Nürburgring con la debuttante 296 GT3. Durante la cerimonia sono intervenuti Enrico Galliera, Chief Marketing and Commercial Officer, e Antonello Coletta, Global Head of Endurance e Corse Clienti, Ferdinando Cannizzo, Head of Endurance Race Cars. «E' stata una emozione enorme - racconta il pilota napoletano - prima volta a Maranello e poi sulla pista di Fiorano dove è stato organizzato l'evento. Di italiani pochissimi ed io il più piccolo. Accanto a lui nomi come Antonio Giovinazzi, Giancarlo Fisichella e Tommaso Mosca (titolo GT3 Assoluto), Luca Demarchi, Sabatino Di Mare e Simone Patrinicola (GT Cup Pro-Am). «Mi hanno fatto tutti enormi complimenti. Spesso incontravo persone che non sapevo chi fossero ma loro sapevano quello che avevo realizzato.  Mi hanno fatto particolarmente piacere i complimenti di Silvino Mezza (Adler Group)».

 

Tanti titoli vinti nei kart, Scarpetta è salito sull’auto solo nel marzo scorso, a sedici anni.

Battipaglia,  Vallelunga ed il lancio nel circus. Quattro tappe, otto gare. Misano, Monza (secondo e sesto recuperando dopo una foratura mentre era primo), Mugello (terzo e primo), Imola (pole position e due primi posti). Scuderia AF Corse. Seguito anche da Paolo Scudieri (Adler), terzo quest'anno al mondiale Ferrari Challenge. A dargli una mano anche Falzarano, Energas, Tecnoauto.

Maranello un grande trampolino di lancio.«Inutile negarlo, ho bisogno di qualcuno che mi affianchi il prossimo anno ed in tanti hanno manifestato interesse". A 17 anni c'è la consapevolezza del presente e la sfida del futuro: "L'intervista al momento del premio in cui ho raccontato la mia annata è stata emozionantissima, ma tutto il week end è da ricordare». Domani a scuola, quarto liceo scientifico. Poi si costruisce per il 2024. «Siamo sempre a caccia di sponsor. Io posso promettere che non mollerò mai». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA